Lavori agli impianti sportivi della Chelini

Nuove asfaltature, illuminazione e scolo acque piovane. Collaborazione fra Comune, scuola, associazioni e giovani  

lucca. Ripartire dai giovani, in sicurezza. Lavori agli impianti sportivi della scuola media Chelini di San Vito: nuove asfaltature, illuminazione e scolo acque piovane. Collaborazione fra Comune, scuola, associazioni e giovani

Appena sarà possibile ripartire con la presenza nei luoghi pubblici, lo skatepark e il campo di baskin di San Vito saranno, ancora di più, a misura dei giovani della città. I nuovi impianti sportivi realizzati nell’ambito del progetto Quartieri Social – all’interno dell’area della scuola media Domenico Chelini – sono infatti oggetto di importanti lavori di miglioramento in via di conclusione.


Grazie a un finanziamento di 25.000 euro, in accordo con la direzione della scuola, le associazioni coinvolte e soprattutto con i giovani utilizzatori del complesso, sono state realizzate opere di miglioramento del deflusso delle acque, è stata nuovamente asfaltata tutta l’area di accesso, è stato inserito un nuovo impianto di illuminazione e un nuovo cancello. L’area degli impianti sportivi, inaugurata nel novembre del 2019, include uno skatepark e un campo per baskin (basket inclusivo) con lo scopo di dotare la zona di uno spazio aggregativo di tipo sportivo all’interno di un’area protetta.

Ieri mattina i nuovi lavori sono stati illustrati nel corso di un sopralluogo dal vice sindaco Giovanni Lemucchi, dal consigliere delegato alle politiche giovanili Daniele Bianucci alla presenza del dirigente scolastico della scuola Chelini di San Vito Giovanni Testa, dei rappresentanti di Lucca Creative Hub, Anfass e Associazione Bi-Done.

«Questa realizzazione si colloca all’interno del grande progetto Quartieri Social – San Vito caratterizzato dalla realizzazione di piste ciclabili, ristrutturazione dell’ex distretto socio-sanitario che sarà adibito a centro polivalente di quartiere ed da altri interventi che hanno l’intento di creare luoghi per l’aggregazione e la socialità», ha spiegato Lemucchi.

«Con la fine dell’emergenza sanitaria anche questo luogo tornerà a vivere – ha detto Bianucci – abbiamo preso l’occasione della pausa forzata di tutte le attività per realizzare proprio quei lavori di miglioramento agli impianti che ci erano stati richiesti direttamente dai giovani frequentatori e dalle associazioni coinvolte. In questo modo sia lo skatepark che il campo di baskin saranno fruibili anche nelle ore notturne. Ma l’amministrazione intende proseguire questo rapporto di stretta collaborazione partecipativa». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA