I nuovi casi sono sotto quota cento. Polemica sui contagi in ospedale

Morto un 89enne di Valdottavo, rimane alto il numero dei ricoverati al San Luca. Ecco tutti i dati

LUCCA. Novanta nuovi casi in provincia di Lucca, quasi dimezzati rispetto a ieri (mapesa l’effetto weekend) e un decesso in Valle del Serchio. Sono questi i dati contenuti nel bollettino dell’Asl nord ovest che fotografia quotidianamente l’andamento della pandemia. La vittima è Ivo Papini, 89 anni, di Borgo a Mozzano. Papini abitava a Valdottavo ed era persona stimata e conosciuta nella comunità, dato che negli anni addietro era stato autista dei pullman che portano a scuola i ragazzi. Come sempre avviene in questi casi toccherà all’Istituto superiore di sanità stabilire in maniera definitiva la causa del decesso.

Tornando al bollettino, questa è la situazione nelle zone distretto. Nella Piana sono stati registrati 34 nuovi casi positivi (Altopascio otto, Capannori nove, Lucca tredici, Montecarlo uno, Porcari tre). Sono 380 i tamponi molecolari processati a cui si aggiungono nove test rapidi, con un tasso di positività che si attesta al 9,2 per cento. Sono 12 le guarigioni riscontrate nelle ultime ventiquattro ore mentre sul fronte vaccinazioni questi sono i numeri: 23.993 prime dosi e 9.330 seconde dosi. La percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose è ora del 61 per cento.


In Valle del Serchio i nuovi casi positivi sono 14 (Bagni di Lucca quattro, Borgo a Mozzano uno, Castiglione di Garfagnana sei, Coreglia Antelminelli uno, Piazza al Serchio due). 134 i tamponi molecolari eseguiti con un tasso di positività del 10,4 per cento. Sul fronte delle vaccinazioni questi i numeri che fotografano la situazione: 8.295 prime dosi e 2.889 seconde dosi. La percentuale di over 80 che hanno ricevuto almeno una dose in Valle del Serchio è già molto alta: siamo 74,2 per cento.

Per quanto riguarda i ricoveri per Covid, negli ospedali dell’Asl nord ovest sono in totale 430 (il giorno precedente erano 423), di cui 61 (erano 62) in terapia intensiva. All’ospedale di Lucca 106 i ricoverati, di cui 17 in intensiva.

Prosegue intanto la polemica sul focolaio Covid scoperto giorni fa all’ospedale San Francesco di Barga. Tutto è nato da un paziente ricoverato in medicina generale è risultato negativo al tampone in ingresso. Qualche giorno dopo l’uomo ha sviluppato la malattia, contagiando anche altri pazienti e il personale. Proprio sull’estensione del contagio, che pare abbia coinvolto anche la signora Maria Dora Togneri, deceduta nei giorni scorsi, è intervenuto il gruppo consigliare di Barga Progetto Comune: «Siamo preoccupati dalla denuncia fatta dai sindacati del personale sanitario tramite la stampa riguardo alla situazione venutasi a creare presso l’ospedale di Barga. Siamo preoccupati anche per la mancanza di notizie certe sui numeri dei contagiati. Nei primi giorni del mese di aprile, il sindaco ha parlato di pochi contagi. Oggi apprendiamo che i contagi potrebbero essere superiori alle venti unità tra i pazienti e circa quattro tra gli operatori sanitari». L’Asl ha diramato una nota per «evidenziare che nessun paziente positivo è rimasto a Barga e che la struttura ospedaliera è sicura». —

© RIPRODUZIONE RISERVATA