Capannori, da due mesi senza la strada

Via di Meolla chiusa per frana, i residenti sono costretti a lunghe deviazioni

CAPANNORI. Disagi per le famiglie delle corti di via dei Maionchi tra Gragnano e Camigliano: a causa della chiusura della strada comunale via di Meolla (una piccola ma utile traversa di collegamento, che inizia in via delle Ralle e finisce in via dei Maionchi) per arrivare a casa sono costretti a lunghi e tortuosi giri.

La strada è chiusa da due mesi, per una frana successiva alle forti piogge di gennaio, e che ha danneggiato il ponticello e il fondo stradale. Il disagio non è solo per i residenti, ma anche per i contadini, e sono numerosi, che hanno i terreni in quella zona. E non si sa quando il problema verrà risolto. La questione era arrivata anche in consiglio comunale, dopo le sollecitazioni del consigliere Simone Lunardi. L’amministrazione, dopo aver chiuso la strada al transito per motivi di sicurezza, ha portato la questione all’attenzione della Protezione civile e del Genio Civile. I sopralluoghi hanno rilevato la presenza di un’erosione in prossimità della spalla sinistra del ponte, che ha provocato anche un cedimento del manto stradale. Sono state notate anche alcune lesioni, che potrebbero indicare l’inizio di un movimento di erosione alla base del ponticello. È stato avviato uno studio geologico ed è stata fatta una stima del costo dei lavori (circa 150mila euro), in attesa di un finanziamento. Già a giugno, dopo una grande ondata di maltempo, un’altra frana aveva isolato alcune famiglie in via dei Maionchi, che per spostarsi erano state costrette a usare proprio via di Meolla, quella chiusa adesso.

«È una strada secondaria ma importante per abitanti e coltivatori, che adesso sono costretti a fare un giro molto più lungo – dice Antonella Micheloni, una delle residenti – ma tutta la viabilità della zona è ridotta male, tra carreggiate strettissime senza scambi e una manutenzione assente. Senza contare che nella zona non ci sono servizi essenziali come metano, acquedotto e fognature e l’illuminazione pubblicaè scarsa. Anche la segnaletica è trascurata». Un cartello indica la chiusura della strada. «Speriamo non dover attendere troppo», commenta Michelon evidenziando anche i problemi della vicina via Ralle a Camigliano.

Ma tutta la zona, secondo i residenti, ha bisogno di una riqualificazione. «È stata anche fatta una raccolta di firme con oltre 500 adesioni per chiedere al Comune di risolvere il problema della strada, perché quando piove diventa un torrente – dice Dania Di Giulio – sia via dei Maionchi che via delle Ralle, che attraversano campi e uliveti e dove molte persone vengono a camminare e fare jogging, sono disseminate da buche profonde anche dieci centimetri. Ogni tanto si vedono una ruspa per pulire le fossette laterali o il cantoniere a coprire qualche buca dopo le nostre segnalazioni, ma alla prima pioggia le condizioni sono peggiori di prima. La zona è in abbandono e la chiusura di via di Meolla ha ulteriormente aggravato la situazione». — RIPRODUZIONE RISERVATA