Bimba precipita da una finestra e si salva grazie al terrazzo

Il volo di circa due metri sarebbe stato attutito dai panni stesi al piano inferiore La piccina, sempre cosciente, si procura un trauma facciale e contusioni agli arti

FABBRICHE DI VERGEMOLI. Ha approfittato dei genitori che stavano riposando per salire su una mensola accanto alla finestra della camera da letto e guardare giù. La bimba, appena tre anni, si è sporta un po’ troppo ed è precipitata nel vuoto. Fortunatamente l’appartamento della famiglia si trova sopra un’altra abitazione che dispone di un terrazzino per stendere i panni ad asciugare al sole e per cenare fuori la sera nel periodo estivo. Probabile, ma non c’è conferma da parte del sindaco e delle forze dell’ordine giunte sul posto, che ad attutire la caduta da poco più di due metri d’altezza siano stati proprio i fili dello stendino. Di fatto c’è che la mamma della piccina è stata svegliata dalle urla della bimba e con lei anche la famiglia che vive al piano dell’edificio dove si trova il terrazzino.

Nel giro di poco tempo sul posto è arrivata un’ambulanza con medico a bordo inviata dalla centrale operativa del 118, il sindaco di Vergemoli, Michele Giannini e una pattuglia dei carabinieri. «Ho temuto il peggio quando mi hanno chiamato per avvertirmi che una bimba di tre anni era caduta dalla finestra – racconta il primo cittadino – È stato davvero un miracolo. La bimba è stata trasferita al pediatrico Meyer, ma non è in pericolo di vita».


In effetti la piccina non ha mai perduto conoscenza. Piangeva e urlava per il dolore, ma non ha riportato alcun trauma cranico.

Dai primi accertamenti la bimba ha riportato un trauma facciale e contusioni multiple ad una spalla, al braccio sinistro e ad una gamba. A titolo precauzionale è stato allertato l’elisoccorso Pegaso che è atterrato nelle vicinanze e ha caricato la bambina trasportandola al pediatrico Meyer di Firenze. Le condizioni della piccola non destano preoccupazione —

© RIPRODUZIONE RISERVATA