«Stiamo tutte bene, sia io che le dipendenti contagiate»

san romano. «Fortunatamente stiamo tutte bene, sia io che le dipendenti comunali. Non presentiamo alcun sintomo. Al momento stiamo seguendo le procedure che ci sono state indicate dall’Asl e siamo tutte chiuse in casa»: la sindaca di San Romano Raffaella Mariani è costretta all’isolamento da quando, due giorni fa, è stata riscontrata la sua positività al Covid. Un virus maledetto che, a San Romano, ha colpito in municipio solo donne: oltre alla sindaca, le quattro dipendenti comunali.

Ma se il virus le ha costrette a stare in casa, non le ha certo fermate. «Sono in collegamento da remoto, e nonostante la positività, hanno tutte dato la propria disponibilità a lavorare da casa. Del resto loro, così come tutti i dipendenti del Comune, sono persone eccezionali. Anche nei periodi più duri del lockdown non hanno mai fatto un solo giorno di assenza. Anzi, si sono sobbarcati di un lavoro straordinario per far fronte alle richieste che arrivavano giorno e notte. Li devo solo ringraziare, così come devo dire grazie anche ai sindaci dei Comuni vicini che hanno dato la loro disponibilità a svolgere quelle funzioni che in questo momento noi non possiamo seguire», aggiunge la sindaca Mariani. Questo perché il municipio resterà momentaneamente chiuso al pubblico, anche se all’interno («La sanificazione dei locali è già stata fatta») in alcuni uffici si riprenderà probabilmente a lavorare in tempi brevi. «Una cosa la voglio dire – chiude la Mariani – durante il lockdown scrivevo continuamente ai cittadini per dare la nostra disponibilità ad aiutarli in caso di necessità. Adesso che sono io a essere colpita ho ricevuto una valanga di dimostrazioni di affetto e vicinanza. Sono cose che fanno bene».


Intanto però il coronavirus colpisce anche gli uffici comunali di Pieve Fosciana. Una positività la scorsa settimana, unita a un altro dipendente che ha manifestato sintomi, ha portato l’amministrazione a fare i tamponi a tutto il personale e anche a chi era entrato in contatto con loro, tra giunta e consiglieri. E ieri mattina l’esito degli esami ha riscontrato un nuovo caso tra i dipendenti: «Siamo in contatto con l’Asl e stiamo monitorando la situazione – dice il sindaco Francesco Angelini – l’esito degli esami fatti lunedì ha trovato un nuovo caso, ma gli altri tamponi sono risultati tutti negativi. Entro fine settimana rifaremo comunque tutti gli esami. Nel frattempo abbiamo deciso di aprire gli uffici al pubblico solo per l’erogazione dei servizi essenziali e indifferibili, e solo su appuntamento telefonico (ai numeri 0583 66821, 0583 668220 o 0583 668229». Il sindaco ci tiene a sottolineare che la situazione è comunque sotto controllo, che i dipendenti stanno bene e che la struttura seguirà tutte le procedure indicate dall’Asl: «Chi è risultato negativo può continuare la propria vita come prima, nel frattempo chiunque avesse domande, istanze o richieste per gli uffici comunali può anche contattarci tramite le mail che si trovano sito www.comune.pievefosciana.lu.it». —

L.S.- L.D.

© RIPRODUZIONE RISERVATA