Paesi senza luce, ora il Comune chiede i danni

Avviata un’azione stragiudiziale contro Enel. Il sindaco Giannini: «Lo facciamo a tutela dell’ente e di tutta la popolazione»

FABBRICHE DI VERGEMOLI. Il Comune di Fabbriche di Vergemoli, stanti i gravissimi disagi causati dalla mancanza di energia elettrica nel mese di gennaio dovuti ai noti eventi, ha deciso di avviare insieme ad Aducons law & food un’azione stragiudiziale nei confronti di Enel a tutela dell’ente ma anche di tutta la popolazione di Fabbriche di Vergemoli.

«Quello che è successo, ho già avuto modo di dire, è stato veramente incredibile – afferma il sindaco di Fabbriche di Vergemoli, Michele Giannini – Riconosco la buona volontà e il grandissimo impegno da parte degli operai e tecnici Enel, ma rimane il fatto che il comune di Fabbriche di Vergemoli nella sua quasi interezza è stato, in alcuni casi, oltre 48 ore senza corrente elettrica e in assenza di segnale telefonico. Come Comune abbiamo dovuto sopportare moltissimi costi aggiuntivi per questa situazione che ha reso necessario maggiori interventi in modo da raggiungere la popolazione che, soprattutto nei posti più isolati, a causa dell’assenza di corrente elettrica non solo non aveva la normale funzionalità all’interno dell’abitazione ma neanche il riscaldamento – specifica Giannini – e questo in una situazione di temperature veramente basse. Tantissimi privati hanno subìto danni per gli sbalzi di corrente con rotture di parti di impianti elettrici o hanno avuto la necessità di acquistare generatori per mandare l’impianto di riscaldamento. Altri ancora sono stati ospitati in albergo. A fronte di tutte queste spese abbiamo ritenuto corretto avviare questa azione che non va a ledere la stima nei confronti di Enel ma che è un atto dovuto per la popolazione e per l’ente stesso – conclude Giannini – perché quello che è successo non si ripeta».


Un consulente di Aducons law & food sarà presente negli uffici comunali di Fabbriche di Vallico e di Vergemoli tutti i giovedi dalle 15.30 alle ore 18 fornendo un servizio di assistenza stragiudiziale per richiesta danni a seguito dei grandissimi disagi subiti dalla popolazione, sia di fornitura di energia elettrica che di quella telefonica relativa al periodo fine 2020 – inizio 2021, oltre che per qualsiasi altra problematica inerente al diritto di consumo.

La popolazione – informa il Comune – potrà ricevere assistenza solamente previo appuntamento telefonico al numero 0583 761944 chiedendo della referente Annalisa Barsi. –

© RIPRODUZIONE RISERVATA