Pizzorne imbiancate: turisti e curiosi violano i divieti e provocano il caos

Strade bloccate e disagi alla circolazione dei residenti. Una signora non riesce a raggiungere i genitori 80enni

CAPANNORI. Emergenza neve, ancora disagi sulle Pizzorne. A far discutere è stato il caos registrato nel fine settimana quando, nonostante il divieto di spostamento in zona arancione, diversi cittadini non residenti e turisti hanno voluto fare una scampagnata in montagna per vedere la neve. Le Pizzorne imbiancante sono indubbiamente uno spettacolo, ma “l’assalto” dei curiosi in cerca di selfie invernali ha creato disagi alla circolazione e ai residenti. Una signora non ha potuto raggiungere i genitori di 80 anni che abitano in Pizzorna a causa dell’ingorgo di auto in località “Palazzina”. A causa del ghiaccio che si è formato sul fondo stradale alcune vetture hanno sbandato o non sono riuscite a proseguire la marcia, creando un imbottigliamento. Con un'ordinanza firmata il 6 gennaio dalla comandante della polizia municipale di Capannori e dal sindaco Luca Menesini, la strada era stata chiusa per la caduta di alcuni alberi a seguito all’abbondante nevicata dello scorso fine settimana. Da qui il provvedimento che vieta il transito in via di Pizzorna nel tratto tra via di Zazzera e il confine col comune di Villa Basilica a Matraia fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

L'ordinanza era scaduta venerdì, ma restava il limite di spostamento disposto dal Dpcm per contenere il Covid. Un limite che però diversi cittadini automobilisti non hanno rispettato e venerdì, sabato e domenica, vista la bella giornata di sole, sono saliti in massa sull'altopiano. Infuriata un abitante del paese che doveva scendere a valle per fare la spesa in vista delle giornate di gelo e si è ritrovata in mezzo a una fila di macchine che cercavano di passare. «Ho provato a spiegare loro che la strada era chiusa per motivi di sicurezza e che stavano intralciando i lavori di pulizia – racconta Irene Peluso – ma con arroganza mi hanno rivolto parole poco carine e sono stati molto maleducati anche nei confronti dei vigili impegnati a sbrogliare la situazione. Hanno cercato di far passare i residenti e di garantire gli interventi di pulizia della strada e di rimozione dei rami caduti sulla strada».


Sul versante di Villa Basilica le ditte incaricate dall’amministrazione comunale hanno continuato con la pulizia delle strade interne delle varie frazioni e gettato il sale. Sacchi di sale sono state lasciati anche agli ingressi dei paesi. Permangono alcuni casi di black out elettrico e telefonico dovuti alla caduta di alberi sui cavi. «Siamo in stretto contatto con Telecom ed Enel e sappiamo che stanno lavorando alla soluzione di queste problematiche» dice il sindaco Elisa Anelli. In queste ultime ore si è registrato un problema di approvvigionamento domestico di acqua sull’altopiano delle Pizzorne che è in fase di risoluzione da parte di Acque. La situazione resta critica sul versante di Matraia dove si sono formati in alcuni tratti “lastroni” di ghiaccio che rendono rischiosa la discesa. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA