L’Università di Pisa passa ai raggi X 50 ponti sulle strade provinciali

Accordo fra Palazzo Ducale e il dipartimento di ingegneria civile: ogni struttura avrà una sua scheda

LUCCA. Cinquanta ponti in tutta la provincia, dalla Piana alla Versilia passando per la Valle del Serchio, saranno ispezionati dall’Università di Pisa per valutare i rischi di vari tipo ai quali possono essere soggetti. L’ente di Palazzo Ducale ha infatti stretto una convenzione con il dipartimento di ingegneria civile e industriale dell’Università di Pisa per scandagliare i tanti attraversamenti ferroviari, stradali e fluviali del territorio. Un’operazione di monitoraggio che era partita già all’indomani del tragico crollo del Ponte Morandi di Genova e che ora si arricchisce di questo nuovo tassello. Fra le opere che verranno prese inconsiderazione, molti sono gli attraversamenti del Serchio: dal ponte di Monte San Quirico a quello di Rivangaio, fino a risalire verso la Garfagnana; c’è poi lo storico ponte Vergai, mentre nella Piana diverse opere sono collocate nella zona fra Altopascio e Montecarlo.

L’accordo fra Provincia e Università prevede tre passaggi. Il primo, da concludersi entro il 31 marzo prossimo, porterà al censimento delle opere. La seconda, che si chiuderà entro il 31 luglio, vedrà l’ispezione e la classificazione su 25 opere; entro fine 2021, poi, ci sarà il completamento con le altre 25 costruzioni.


Al termine di questo percorso, ogni ponte ricadrà in una “Classe di attenzione” che terrà in considerazione i rischi di tipo statico, sismico, frane e fluviale. Una sorta di “pagella” della struttura che potrà poi condizionare le decisioni successive dell’amministrazione per eventuali lavori di messa in sicurezza.

Per questo accordo la Provincia verserà al dipartimento circa 40.000 euro (finanziati con fondi ministeriali).

i ponti in lucchesia

Provinciale 1 Francigena: Ponte sul Serchio a Monte San Quirico, ponte sulla Freddana; provinciale 2 “Lodovica”: ponte di Sant’Ansano, ponte di Rivangaio, ponte sulla ferrovia a Borgo a Mozzano; provinciale 4 Mammianese: cavalcaferrovia di Marginone, ponte sul Pescia a San Salvatore; provinciale 6 traversa Valdinievole: ponte alla Ralle; provinciale 7 di Barga: ponte Lombardini; provinciale 18 Ponte a Serraglio Fornoli: ponte a Serraglio; provinciale 20 Calavorno Campia: ponte sui tre canali, ponte al maneggio, ponte La barca sud; provinciale 21 Calavorno: ponte sul Serchio; provinciale 29 di Marlia: sottopasso della Fraga; provinciale 33 Montecarlo-San Salvatore: cavalcaferrovia San Salvatore; provinciale 35 di Villa Basilica: ponte sul Pescia; provinciale 39 di Vergemoli: ponte del Fogliaio; provinciale 40 Gallicano-Mologno: ponte sul Serchio; provinciale 46 di Fosciandora: ponte di Ceserana, ponte al km 0+200; provinciale 56 della Valfegana: ponte di Bussato; provinciale 57 passerella di Ponte all’Ania: ponte sul Serchio; provinciale 58 passerella di Bolognana: ponte sul Serchio; provinciale 73: ponte Pari; provinciale 75 ponte di Fornaci: ponte sul Serchio; provinciale 12 di Pradarena: bivio Capanne di Sillano, Capanne di Sillano; provinciale 14 di Sillano: centrale Enel; provinciale 16 di San Romano: Pontecosi, San Romano; provinciale 48: ponte Vergai; pronvicale 50 di Vagli: ferriera, ponte dopo la diga di Vagli; provinciale 51 di Minucciano: ponte San Michele; provinciale 61 Romana, variante di Porcari: ponte sul Fossa Nuova; provinciale 69 Minucciano-Pieve San Lorenzo: Pieve San Lorenzo; provinciale 66 S. Romano-Camporgiano: Sasso alla botte; provinciale 74 del Frizzone: cavalcaferrovia di Paganico; provinciale 72 Passo delle Radici: Marcione, ponte nuovo di Castelnuovo

i ponti in versilia

Provinciale 8 di Vallecchia: ponte Foggi sul Vezza; provincia 9 di Marina: ponte di Querceta, ponte sul Versilia; provinciale 10 di Arni: località La Frana; provincia 13 di Valdarni: centrale Enel, Tre Fiumi; provinciale 45 del polverificio: ponte al Golf; provinciale 1 Francigena: ponte sul fosso all’Abate. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA