Quel po’ di emozione e tanta voglia di fare: ingresso in Regione per i tre neo consiglieri

La quarta rappresentante dell’area provinciale di Lucca è Elisa Montemagni, al secondo mandato nel “parlamentino”

LUCCA. Pronti all’appello per le 15 di oggi, ora del primo consiglio regionale della legislatura Giani: l’avvio di un nuovo e importante capitolo della loro vita politica, tantopiù in un periodo così complesso. Anche se sarà probabilmente l’emozione la marca della giornata odierna per i consiglieri regionali del territorio provinciale di Lucca che faranno ingresso nel parlamento toscano nel Palazzo del Pegaso, a Firenze. Quattro in tutto: Lucca è una delle province più rappresentate in consiglio regionale.

Tre gli esponenti della Lucchesia: l’ex assessora di Lucca Valentina Mercanti e l’ex sindaco di Careggine Mario Puppa per il Pd, l’ex sindaco di Montecarlo Vittorio Fantozzi (FdI). Con loro, Elisa Montemagni (Lega), di Massarosa, alla seconda esperienza in consiglio regionale (capogruppo uscente del suo partito).


«Sono pronta - dice Valentina Mercanti -. Agitata? No. Mi sento un po’ come il primo giorno di scuola, ma sono tranquilla: sono più preoccupata per i contagi che per il primo consiglio regionale. Il mio auspicio è mettermi al lavoro prima possibile. Il momento è complicato, e se prima si faceva cento, ora bisogna fare centocinquanta. Spero che si ingrani subito la quarta».

«Non sono spaventata - aggiunge - perché vengo da un anno molto difficile, da notti insonni per i problemi che abbiamo attraversato. Il senso di responsabilità di questo nuovo percorso me lo sento tutto addosso. Spero davvero che saremo operativi da questa settimana, non si può tardare». Quanto alla commissione del consiglio regionale in cui più le piacerebbe lavorare, l’ex assessora lucchese non ha dubbi: «Lavoro, attività produttive, formazione: è stata la mia materia per cinque anni in consiglio comunale e per tre da assessora, se riuscissi a continuare il mio impegno in questo senso, sarei davvero contenta».

Anche se la sua è stata, finora, una vita di immersione totale nella politica, Mario Puppa non nasconde una dose di emozione. «Con l’elezione mia e di Valentina Mercanti - spiega Puppa - credo che il Pd lucchese abbia vinto una bella partita. Come mi sento? Bene e contento, ma un pizzico d’emozione c’è».

Nonostante l’elezione in consiglio regionale, Puppa non ha rassegnato le dimissioni da segretario territoriale del Pd ma, spiega, «ho già dichiarato che sono disponibile a intraprendere un percorso all’interno del Pd territoriale per individuare una figura condivisa che possa arrivare fino al 2021, anno in cui il Pd andrà a congresso.Ho evitato le dimissioni perché avrebbero aperto una crisi al buio e richiesto il commissariamento».

Al primo ingresso in consiglio regionale anche Vittorio Fantozzi. «Oggi (ieri, ndr) è il giorno della grande attesa - dice -. Nei giorni scorsi abbiamo già preso le posizioni, vedremo di cominciare quanto prima a lavorare. Ci sono molte cose al fuoco: per questo è necessario che si cominci subito». Queste ultime settimane dopo l’elezione in consiglio regionale sono state, spiega Fantozzi, di intenso studio e documentazione. «A cavallo tra la vendemmia e la raccolta delle olive - spiega - noi consiglieri abbbiamo ricevuto molto materiale da studiare, propedeutico al nostro ingresso in consiglio regionale: circa mille pagine tra regolamento di aula, funzioni della struttura regionale e quant’altro. Al di là dell’esperienza che ho fatto da sindaco - aggiunge - sono nozioni importanti per poter manovrare una macchina diversa». La «grande attesa» è stata anche densa di domande e contatti. «Non c’è stato giorno - aggiunge Fantozzi - che non abbia ricevuto domande dalle persone. A maggior ragione conto nel breve termine di essere operativo. La commissione preferita? Le attività produttive, ma mi rimetterò alle necessità che ci saranno». —
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi