La figlia dell'ex sindaco: "Nel 2021 sarà svuotato il lago di Vagli"

Fabbriche di Careggine

Lo scrive Lorenza Giorgi: suo padre era primo cittadino nel 1994, l'anno dell'ultimo svuotamento. Finora Enel è sempre stata contraria

VAGLI SOTTO. "Nel 2021 verrà svuotato il lago di Vagli". L'annuncio, tutto da confermare nella sua concretezza, arriva da Lorenza Giorgi, figlia dell'ex sindaco di Vagli Domenico Giorgi, primo cittadino all'epoca dell'ultimo svuotamento dell'invaso, datato 1994. Quello, come ricorda la stessa Giorgi, fu un evento da oltre un milione di persone che, durante l'estate, salirono in Garfagnana per visitare il paese sommerso di Fabbriche di Careggine, spazzato via nel Secondo dopoguerra dopo la costruzione della diga che blocca il corso dell'Edron.

Si tratta di un annuncio, per il momento, anche se Giorgi parla di "fonti certe". Negli anni passati si è detto più volte che il lago sarebbe stato svuotato, ma poi questo non si è mai verificato. Enel, infatti, ha sempre ritenuto che non ci fossero esigenze di manutenzione della diga che giustificassero l'impegno di uno svuotamento complessivo, oltretutto in un bacino che d'estate è un serbatoio importante contro la siccità. Vedremo se questa volta andrà diversamente.

L'anno scorso, a 25 anni dall'ultimo svuotamento, Il Tirreno dedicò un lungo racconto alla storia del lago e del paese sommerso: potete rileggerlo cliccando qui sotto.

 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi