Il coronavirus picchia duro sulla Piana: tutti i numeri dei contagi

Sei malati su 10 tra Lucca e Capannori. In Valle del Serchio l’incidenza maggiore è a Castelnuovo Garfagnana

LUCCA. Il virus non è uguale per tutti. Nemmeno a livello di territorio, come dimostra la tabella - su dati dell’Asl aggiornati a lunedì 20 aprile - che pubblichiamo sotto: il 60% dei contagi rilevati tramite i tamponi in Lucchesia si è concentrato fra Lucca e Capannori. Un dato che, almeno a prima vista, potrebbe non sorprendere: il 60% è proprio la percentuale della popolazione che vive nei due comuni maggiori. Quindi la proporzione è mantenuta.

Ma, guardando meglio, c’è un’altra proporzione che colpisce. Stavolta perché manca: quella proprio fra Lucca e Capannori. Il capoluogo ha poco meno del doppio degli abitanti del Comune principale della Piana. Eppure, i numeri dei contagi non sono così lontani: 192 a Lucca, 163 a Capannori. Un elemento che risalta ancora meglio se si considera l’incidenza, cioè la percentuale degli abitanti malati sul totale dei residenti: 0,22% a Lucca, ma 0,35% a Capannori. Terzo indizio, quello - tristissimo - relativo ai morti. Con i dati disponibili a ieri sera Capannori ha addirittura superato Lucca, con 17 decessi contro 16. Una situazione che si può spiegare in vari modi, a partire dalla distribuzione dei casi nel capannorese, dove sono concentrati nella zona nord: quella con maggior insediamento abitativo, un discreto numero di industrie e un passaggio significativo di mezzi, persone e merci.


Rispetto alle altre realtà del Nord ovest della Toscana, i 192 casi di Lucca valgono il terzo posto dietro Massa (228) e Livorno (221) e davanti a Viareggio (191), Carrara (180) e Pisa (165).



Prima di proseguire, una precisazione d’obbligo: come detto, questi sono dati forniti dall’Asl. Che non coincidono all’unità con quelli della Regione né con quelli detenuti e divulgati dai Comuni. Questo perché a non coincidere sono i criteri di rilevazione, né i tempi. Tuttavia , come da tempo spiega l’Asl, a lungo andare i dati tenderanno a convergere. E, comunque, le tendenze sono ben delineate. Come quella che mostra l’incidenza più alta (a eccezione di Vagli, dove però 6 dei 7 contagi appartengono a una stessa famiglia) a Castelnuovo Garfagnana, dove si è ammalato lo 0,62% della popolazione: un fenomeno presente già dai primi giorni dello sbarco del Covid-19 in Valle del Serchio, quando i malati si concentrarono per l’appunto nel capoluogo della Garfagnana. Fra le realtà più grandi se la passa meglio (sempre parlando in senso relativo) Altopascio, dove i contagi sono solo 25 (lo 0,16% della popolazione) e finora non si registra alcun decesso di persone contagiate dal Coronavirus. Tre, finora, le “isole felici” senza contagi: si tratta di Fosciandora, Sillano Giuncugnano e Careggine.


 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi