Castelnuovo: 100 euro di base per famiglia e 50 per ogni componente in più

A Barga invece la sindaca Caterina Campani ha già emesso l’avviso per reperire negozi e supermercati nei quali si potranno spendere i voucher 

lucca

«Partiremo lunedì 6 aprile con la distribuzione dei voucher per la spesa alimentare con i fondi governativi», spiega Caterina Campani, sindaco di Barga. Il Comune ha già emesso l’avviso per individuare negozi e supermercati in cui gli assegnatari dei voucher potranno andare a fare la spesa.


A Castelnuovo di Garfagnana, come spiega il sindaco Andrea Tagliasacchi, «siamo già operativi, stiamo già distribuendo i moduli per la richiesta del sostegno economico per la spesa alimentare, attraverso il nostro sito internet ma anche da postazioni mobili della Protezione Civile che girano attraverso quartieri e frazioni del nostro territorio comunale».

L’amministrazione comunale di Castelnuovo ha stabilito una cifra minima per ogni famiglia (anche composta da una sola persona), pari a cento euro. Per ogni altro componente viene aggiunta la cifra di 50 euro, ma il totale dell’erogazione per famiglia non potrà superare i trecento euro. «Il criterio di assegnazione dei fondi - spiega ancora Tagliasacchi, è stabilito dal decreto governativo che introduce gli aiuti: la situazione di disagio economico causata dal coronavirus. Gli uffici faranno le loro valutazioni partendo dall’autocertificazione che verrà presentata dalle famiglie richiedenti. Inoltre la nostra amministrazione continua a seguire le situazioni di indigenza cronica che normalmente assistiamo attraverso la Caritas, alla quale abbiamo trasferito 5.000 euro negli ultimi giorni. Il requisito per beneficiare dei fondi governativi e di non percepire altri aiuti di carattere pubblico». —

b.a.