Tutte le voci del Settecento musicale in 40 eventi da febbraio a dicembre

Quinta edizione del festival: a marzo saranno eseguiti componimenti inediti di artisti lucchesi 

la rassegna

Tutto pronto per la quinta edizione della rassegna Il Settecento musicale a Lucca, con oltre 40 eventi tra febbraio e dicembre dedicati alla musica del XVIII secolo. La rassegna è il frutto della collaborazione tra le principali associazioni musicali presenti e attive sul territorio: Animando, Associazione Musicale Lucchese, Centro Studi Luigi Boccherini, Flam, Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini”, Sagra Musicale Lucchese. Èallo studio la realizzazione in un prossimo futuro di alcuni eventi tematici che vedranno all’opera in sinergia tutte le associazioni coinvolte nel progetto, e che tali eventi diverranno un appuntamento stabile della rassegna.


Anche quest’anno la ricca e variegata proposta della rassegna ha come obiettivo la valorizzazione e la divulgazione dell’immenso patrimonio musicale settecentesco: di quel Settecento musicale che, com’è noto, ebbe nella città di Lucca una delle sue capitali mondiali. Ancora una volta, lo specifico contributo lucchese risalterà dall’affiancamento ai massimi compositori europei dell’epoca, da Bach a Haydn e da Händel a Mozart.

Solo per dare un’idea della ricchezza e della varietà della nostra proposta, si segnalano eventi quali la nuova edizione di Musica Ritrovata, dove saranno eseguite musiche inedite del Settecento lucchese nella revisione critica del vincitore dell’annuale borsa di studio (Animando, 7 marzo ore 21, Auditorium ISSM “L. Boccherini”), il concerto del prestigiosissimo “Oboe Quartet” dei Berliner Philharmoniker, che prevede tra l’altro un immancabile omaggio a Beethoven nel 250° della nascita (Associazione Musicale Lucchese, 22 novembre ore 17, Auditorium ISSM “L. Boccherini”), il consueto Omaggio a Luigi Boccherini (Centro studi Luigi Boccherini e Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini”, 28 maggio ore 17 Chiesa di San Francesco e ore 21 Auditorium ISSM “L. Boccherini”), il concerto del grande organista tedesco Hans-André Stamm, con un programma che spazia da Bach al Novecento (FLAM, 22 Agosto ore 21, Cattedrale di San Martino), e l’esecuzione integrale, da parte del Coro dell’Università di Pisa e della Tuscan Chamber Orchestra diretti da Stefano Barandoni, della splendida Messa in do minore K 427 (417a), ultimo, incompiuto lascito sacro mozartiano prima del Requiem (Sagra Musicale Lucchese, 14 giugno ore 21, Chiesa dei Servi)

Il programma completo e dettagliato dell’intera stagione, ricco di eventi artistici di rilievo, sarà pubblicato sul sito www.700musicalelucca.com.

Il Settecento musicale a Lucca è coordinato dal Centro studi Luigi Boccherini con il patrocinio del Comune e della Provincia di Lucca e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. La rassegna è stata presentata ieri a Palazzo Orsetti alle presenza di Alessandro Tambellini, sindaco di Lucca, Marco Mangani, vicepresidente del Centro studi Luigi Boccherini, Fabrizio Papi, direttore dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “L. Boccherini”, Marco Cattani, presidente dell’Associazione Musicale Lucchese, Luca Bacci, direttore artistico della Sagra Musicale Lucchese, Mauro Mazzoni, presidente della FLAM e Paolo Citti, presidente di Animando. —