Rubano macchinette e soldi piazzando il furgone all’ingresso

Colpo tra mezzogiorno e le 15 allo Spaccio del Caffé sul viale San Concordio. Forzata la porta d’ingresso e sottratti 220 euro dal registratore di cassa

LUCCA. Hanno sistemato un furgone davanti alla porta d’ingresso di un esercizio commerciale sul viale San Concordio e hanno atteso l’orario di chiusura per la pausa pranzo: dalle 12 alle 15. A quel punto sono entrati in azione. Con un grimaldello hanno forzato gli infissi e una volta dentro si sono diretti al registratore di cassa. Hanno prelevato il contenuto, 220 euro, e non contenti hanno portato via anche due macchinette del caffé del valore di 150 euro. A quel punto sono usciti e si sono allontanati. Nessuno degli esercenti presenti in zona li ha visti entrare, uscire o ripartire. Di fatto quando la commessa è tornata per la riapertura pomeridiana ha trovato la porta spalancata e il registratore svuotato. A quel punto ha dovuto avvertire i carabinieri della stazione di San Concordio. Vittima del furto con scasso lo «Spaccio del Caffé» al 582 di viale San Concordio, il secondo punto vendita di Andrea Benvenuti, 25 anni, con negozi a Pisa, a Pistoia, a Lamporecchio e a Spianate. La rivendita di cialde e capsule di caffé selezionati con le migliori miscele subisce un furto per la prima volta da quando è stata aperta la sede di San Concordio. «I ladri hanno agito con rapidità e determinazione. Un colpo evidentemente studiato visto che nessuno si è accorto di quanto stava accadendo nonostante la zona sia molto transitata e nelle vicinanze ci siano negozi e abitazioni». Tra i soldi e le macchinette rubate e la porta scassinata il danno ammonta a 7-800 euro. Nella zona c’è anche una telecamera esterna di un istituto di credito. «Purtroppo è puntata sul parcheggio e non sulla strada. Quindi sarà difficile riuscire a rintracciare gli autori del furto e anche i proprietari del furgone che è stato sistemato di fronte al locale prima del colpo».