Personaggi dei manga e videogiochi: al festival del fumetto è tattoo-mania

Tanta gente negli studi di tatuaggi del centro storico che hanno lavorato, senza appuntamento, dalla mattina alla sera

LUCCA. È tattoo-mania al Lucca Comics & Games. Che il disegno sulla pelle sia a tema o no, il festival è sempre più un’occasione da ricordare, un qualcosa che merita di essere impresso sulla pelle. Così gli studi, soprattutto quelli del centro storico, si organizzano e si adattano alle esigenze del “popolo” del fumetto: tatuaggi senza prenotazione dalle prime ore della mattina e fino a sera. Questo “assetto” speciale, che nel gergo del settore si chiama “Walk-in” ha già una sua nomenclatura e da tempo viene applicato ogni qualvolta c’è un grande evento. Oggi è l’ultimo giorno del Lucca Comics & Games ma i tatuatori si dicono già soddisfatti per le loro creazioni di questa edizione. Tra le richieste maggiori i personaggi di fumetti e manga ma i visitatori del festival sono per definizione curiosi e per questo danno sempre un’occhiata anche ai disegni proposti nel catalogo dello studio prima di decidere cosa tatuarsi. Ieri mattina, mentre fuori pioveva, sul divano del Fabrique Tattoo and Art concept di vicolo degli Orfanelli, c’erano già diverse persone in attesa.

Le tre postazioni dello studio erano tutte occupate e le richieste all’apertura erano state talmente tante che i posti erano già tutti occupati fino a sera. «In questi giorni ci è capitato di arrivare la mattina e di trovare già le persone fuori ad aspettarci - spiega la titolare del Fabrique Tattoo and Art concept, Martina Dal Poggetto - quindi siamo molto contenti del lavoro che abbiamo fatto. Ognuno di noi ha realizzato sei o sette tatuaggi in una giornata. Si parte la mattina e si finisce la sera anche dopo le 20. Tra le richieste più frequenti ci sono quelle dei personaggi dei fumetti, soprattutto manga, che abbiamo realizzato sia a colori che in bianco e nero e i videogiochi però c’è stato anche chi ha scelto di tatuarsi qualcosa che gli è piaciuto dopo aver sfogliato le nostre proposte». L’importante è tornare a casa con il segno del passaggio da questa manifestazione, da questa città e dai suoi vicoli che si riempiono di allegria. «La richiesta più strana che ci hanno fatto - spiega ancora Dal Poggetto - è stata quella di un tatuaggio con due chiodi nel sedere».

Tanti clienti anche da Noa Ink, in corso Garibaldi: giusto il tempo di una pausa sigaretta e poi si riparte con una nuova creazione. Una ragazza con i capelli rossi si fa un tatuaggio sul braccio e dopo di lei c’è già un altro ragazzo in attesa. Al Noa Ink lavorano con due postazioni e riescono a fare, durante la Walk-in dei Comics, dieci tatuaggi a testa. «In queste occasioni facciamo soprattutto tatuaggi piccoli, sia a colori che in bianco e nero - spiega un dipendente di Noa Ink - si parte da una cifra base di 50 euro e per farlo impieghiamo da mezz’ora a un’ora. Abbiamo fatto tatuaggi ai giovani ma anche agli adulti e possiamo dire che è andata bene». —