Sofidel, via la plastica usa e getta dallo stabilimento

Luigi Lazzareschi amministratore delegato del Gruppo Sofidel

Negli uffici e negli ambienti produttivi in Italia, sono state eliminate bottiglie, bicchieri, piatti e posate in plastica usa e getta, sostituiti con oggetti in vetro, alluminio, realizzati con polpa di cellulosa o in legno

LUCCA. Sofidel, gruppo cartario fra i leader a livello mondiale nella produzione di carta per uso igienico e domestico, noto in particolare per il brand Regina, ha deciso di abbandonare l'utilizzo di oggetti in plastica usa e getta nei propri ambienti di lavoro. Lo rende noto la stessa società che ha la sua base a Porcari, Lucca.
   Negli uffici e negli ambienti produttivi in Italia, sono state eliminate bottiglie, bicchieri, piatti e posate in plastica usa e getta, sostituiti con oggetti in vetro, alluminio, realizzati con polpa di cellulosa o in legno. Il provvedimento sarà poi esteso nel corso dei prossimi mesi a tutte le società del gruppo nei 13 Paesi dove Sofidel opera, in Europa e negli Usa: oltre 6.000 i dipendenti. La sostituzione delle plastiche usa e getta segue di poche settimane l'annuncio di Sofidel relativo al dimezzamento dell'utilizzo di plastica convenzionale nella sua produzione entro il 2030, obiettivo perseguito attraverso l'introduzione di nuovi packaging in carta, già presenti o in arrivo sugli scaffali della distribuzione europea, il progressivo impiego, in alcuni mercati, di plastiche riciclate o di bioplastiche, e la riduzione, già avviata negli anni scorsi, dello spessore del film plastico convenzionale impiegato nel processo produttivo.
L'impegno, si spiega, passa innanzitutto dai principali brand europei di Sofidel (Regina, Cosynel, Nalys, Le Trfle, Sopalin e KittenSoft), molti dei quali leader nei rispettivi mercati di riferimento. In Italia, la nuova linea di Rotoloni Regina, Rotoloni Regina Eco - con pack in carta kraft, che si aggiunge alla gamma tradizionale -  arrivata nei punti vendita della grande distribuzione a partire dal mese di luglio.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi