Boicottati i cartelli della Sagra della zuppa

La denuncia del comitato di Aquilea: falsi annunci di annullamento dell’evento. «Era successo anche la settimana scorsa»

lucca. Sembra impossibile ma è così: a qualcuno non piace la zuppa. O, per essere, più precisi, non piace la Sagra della zuppa di Aquilea, una delle manifestazioni storiche dell’estate lucchese. E così, già a due riprese, ha ben pensato di vandalizzare i cartelli sparsi per Lucca che pubblicizzano l’evento realizzato dal comitato paesano.. A raccontare quanto avvenuto è proprio l’anima della manifestazione, Stefano Enrico Battistini: «Il primo episodio è della scorsa settimana, alla vigilia del primo settimana della sagra. In quel caso i nostri manifesti sono stati strappati o imbrattati con vernice rossa».

Già in questa occasione, soprattutto sui social network, in tanti si domandarono se questo significava che la sagra fosse stata annullata e rinviata, e gli organizzatori ebbero il loro bel daffare per spiegare che tutto era regolare.


Nella notte di ieri, il secondo episodio. Quello che toglie qualunque dubbio sulla possibilità che si tratti di un’operazione studiata a tavolino: «Abbiamo una ventina di cartelli sparsi per Lucca - spiega ancora Battistini - e li abbiamo trovati con sopra, attaccato, un foglio con la scritta “evento annullato”».

Agli organizzatori non è rimasto altro da fare che salire in auto, controllare tutti i cartelli e sistemarli. Perché, ovviamente, la sagra di Aquilea va avanti, nonostante il boicottaggio: oltre alla parte gastronomica, stasera ci sarà il Dj Marco Bresciani, domani l’unica tappa provinciale del Dj Concorde Tour e domenica 11 il gran finale con l’orchestra Amedeo che proporrà liscio e balli di gruppo.

Rimane, tuttavia, l’amarezza per qualcosa che non era mai successo in 44 anni di storia della manifestazione.

«Abbiamo sporto denuncia ai carabinieri - conclude Battistini - e speriamo che, almeno nel caso del cartello in viale Europa, ci siano delle telecamere che possano aiutare a capire chi è stato. Una cosa è certa: noi non possiamo metterci a fare la posta a ogni cartello che abbiamo piazzato». —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.