Niente sconti di pena all’assassino di Vania: la Cassazione conferma i 30 anni di carcere

Pasquale Russo, l'assassino di Vania (foto Sernacchioli)

Reggono al vaglio della Suprema Corte le aggravanti dello stalking e della crudeltà e le statuizioni civili di primo grado