Incontro in biblioteca con l’artista Zavattari sul significato del colore

borgo a mozzano. Nell'ambito dei vari progetti internazionali che stanno caratterizzando questo inizio 2019 per l'artista Francesco Zavattari, c'è stavolta una nuova tappa nella sua terra natale: venerdì il Comune di Borgo a Mozzano ha infatti invitato l'artista a svolgere una particolare edizione del suo format educativo originale dedicata all'Università della Terza Età Colour State of Mind - Senior Edition,costituirà dunque un'ulteriore personalizzazione della masterclass sia nella scelta delle tematiche affrontate che nel registro adottato: una carrellata attraverso ambiti differenti (tra i quali storia dell'arte, architettura, design, politica, costume), ognuno svolto attraverso il leitmotiv del colore e di come esso influenzi tanto la professionalità quanto il vivere quotidiano di ogni individuo. Sebbene l'appuntamento sia rivolto in primo luogo a questa utenza specifica, sarà gradita la partecipazione di chiunque lo desideri, senza alcun tipo di restrizione di età o professione.

Non è la prima volta che Zavattari, parallelamente alla sua attività svolta in tutta Europa, accoglie con entusiasmo inviti provenienti da realtà legate alle sue origini, non dimenticando mai le radici più profonde del suo percorso artistico. L'incontro, a ingresso libero, si terrà alle 15.30alla Biblioteca Comunale Fratelli Pellegrini di Borgo a Mozzano. Il sindaco Patrizio Andreuccetti introdurrà l'artista e la lezione. Si parlerà anche dell'ultimo frutto dell’ingegno dell’artista, salito spesso alla ribalta delle cronache come nel caso dell’evento realizzato nella casa di Luciano Pavarotti.


Ai partecipanti all'incontro al Borgo, Zavattari illustrerà anche “Luce-19”, definita «emozione cromatica dell’anno». Si tratta di una tinta sintetizzata da Zavattari, in collaborazione col Centro di Eccellenza del Colore di Cromology. Espressione artistica di questo progetto è la serie omonima Luce-19, composta da undici opere pittoriche appositamente realizzate da Zavattari, in cui la cromia prescelta diviene assoluta protagonista. —

Emanuela Ambrogi