Incinta, finge un malore e ruba il Rolex a un anziano

Dopo aver rapinato l’85enne, la donna è corsa in macchina dal complice La vettura intercettata dalla polizia: l’orologio era nascosto nelle parti intime

LUCCA
Una donna incinta si avvicina a un anziano, finge un malore e si stringe al suo braccio. Ma non la fa per sorreggersi: con gesto fulmineo e violento sfila il Rolex dal polso del malcapitato soccorritore e poi fugge verso il complice, che l’attende in macchina. La vettura, però, viene intercettata da una volante della polizia: a quel punto, per non far trovare la refurtiva, la ladra nasconde l’orologio nelle parti intime. . Una storia singolare quella avvenuta ieri mattina a Lucca. Una storia che si è conclusa con l’arresto di una coppia di cittadini rumeni sui 30 anni, accusati di rapina in concorso. Sono da poco passate le 9 del mattina quando Vagnita Busuioc, incinta di diversi mesi, si aggira nei pressi della circonvallazione con fare sospetto. A un certo punto avvista un anziano che sembra la vittima perfetta per il raggiro che ha in mente. L’uomo, 85 anni e residente a Capannori, sta passeggiando sulla strada adiacente alla circonvallazione con al polso un bel Rolex. La donna lo nota subito e così si avvicina. Quando gli arriva di fianco finge un malore e si butta sull’85enne chiedendo aiuto: da buon cavaliere l’anziano offre il braccio per sorreggerla, ma a quel punto la donna gli sfila dal polso e con violenza il prezioso orologio, poi fugge di corsa. A pochi metri di distanza, c’è il compagno e complice, Catalin Busuioc: ha assistito a tutta la scena e se ne sta fermo in macchina, al centro della carreggiata, con il motore acceso. La donna lo raggiunge di corsa e si fionda all’interno dell’auto entrando dallo sportello posteriore. L’auto riparte di corsa ma in quel momento passa di lì una volante della polizia, impegnata in servizi di prevenzione dei reati contro il patrimonio intensificati per la giornata festiva. Gli agenti vedono parte dell’accaduto e capiscono che qualcosa non torna. Così si mettono dietro alla vettura sospetta e la fermano dopo pochi metri. Non fanno neppure in tempo ad ascoltare i due rumeni che sul posto sopraggiunge l’anziano rapinato: ha il fiatone e ed è in preda alla disperazione. Ha seguito la donna a piedi e vuole riferire quanto accaduto agli agenti, i quali a quel punto accompagnano la coppia in questura, per far perquisire la signora dal personale femminile. Al seguito del controllo spunta fuori il Rolex: la donna l’aveva nascosto all’interno della vagina. L’anziano rapinato, pur sollevato dall’aver recuperato quanto gli è stato rubato, deve ricorrere alle cure mediche dell’ospedale. Al pronto soccorso viene medicato per le ferite riportate al braccio: il referto parla di 7 giorni di prognosi. Nel frattempo i due malfattori vengono arrestati per rapina in concorso e accompagnati in carcere.