Ladri in azione in periferia e nella Piana

Colpi all’ora di cena nella zona di S. Anna, nel Morianese e a Porcari. Via oro, cellulari e anche auto

LUCCA. Il problema è sempre lo stesso. Da anni. Pochi mezzi e uomini per fronteggiare l’ondata di furti - frutto di una dilagante micro criminalità che nella provincia di Lucca, come del resto nelle altre province limitrofe - crescenti in maniera esponenziale soprattutto con l’avvicinarsi delle festività. Nonostante l’impegno delle forze di polizia - insufficienti per arginare il fenomeno dei reati contro il patrimonio con leggi inadeguate che non prevedono la certezza di una pena detentiva duratura per chi non ha condanne passate in giudicato e viene sorpreso in flagranza di reato - anche in questi giorni si registrano furti in abitazione un po’ ovunque con gli stessi cittadini-derubati che, stanchi di questo andazzo, si affidano ai social per raccontare la loro amarezza. Così, dopo il furto messo a segno martedì sera in via San Donnino a Marlia e già riportato nell’edizione di ieri de Il Tirreno , un colpo fotocopia con almeno 3-4 malfattori in azione è avvenuto a Rughi di Porcari. Lì non solo il padrone di casa, ma un’intera famiglia ha vissuto attimi di apprensione all’ora di cena. La padrone di casa si è affidata a Facebook per raccontare ad amici e conoscenti che un commando ha fatto irruzione nella sua casa. Indossavano passamontagne e uno, proprio come accaduto a Marlia la stessa sera, aveva un grosso cacciavite. Quando lei e i componenti della sua famiglia li hanno visti e scoperti questi si sono lanciati giù dal terrazzo. La gang è fuggita a bordo di una Clio grigia probabilmente rubata. Anche perché in questo periodo sono almeno tre le macchine sottratte di notte ai proprietari. Una Citroen C3 canna di fucile è stata portata via dai ladri vicino al pastificio Mennucci a San Gemignano di Moriano. Anche nella periferia cittadina e nel quartiere di S. Anna proseguono i raid. Nei giorni scorsi una banda nel tentativo di entrare in una villetta ha sfondato quattro porte e quattro finestre senza riuscire nell’intento. È andato a buon fine invece il furto commesso in via Cantore sulla circonvallazione. Lì i ladri sono entrati e si sono impossessati di un Rolex, una collanina, un telefonino e altri monili. In via del Meassino a S. Anna approfittando dell’assenza del padrone di casa i malviventi sono fuggiti in sella ad una bicicletta Olimpia nuova di zecca.