All’ex campo balilla iniziata la copertura del fossato

Partiti i lavori per accogliere il concerto dei Rolling Stones

LUCCA. Da giorni ormai l'ex Balilla è un cantiere a cielo aperto. Completata la preparazione del prato, con la stesura di uno strato di tessuto speciale su cui è stato stesa la "pavimentazione" di terra che ospiterà la gran parte dei 55mila spettatori, la fase dei lavori di allestimento dell'area per il concerto dei Rolling Stones è passata nelle mani degli organizzatori della D'Alessandro & Galli.

Ieri sono cominciati i lavori per la tombatura del fossato che corre tra la circonvallazione e il Balilla. Una copertura di quasi 200 metri che prevede prima l'innesto di tubazioni per l'acqua (cilindri in cemento) e poi la copertura con materiale stabilizzato, lo stesso utilizzato per il prato per garantire anche una sorta di continuità "estetica". Ma l'aspetto più importante è che il fossato sarà interamente coperto, dall'altezza del baluardo Santa Maria fino al tratto in corrispondenza del canale Piscilla dove saranno sistemati dei pontoni galleggianti. L'intervento di copertura del fossato, realizzato dalla ditta Puccetti, ha un obiettivo preciso, ovvero garantire una via di uscita sicura agli spettatori in caso di fuga. Un intervento utile anche ai successivi Comics nella stessa area.

Intanto si pensa a nuove misure oltre alla predisposizione di aree di prefiltraggio per controllare le persone e impedire l’ingresso di oggetti pericolosi e barriere fisiche al transito dei veicoli ed evitare attentati che utilizzino auto e camion.

Sul lato delle Mura saranno montate delle pedane rialzate protette per evitare contatti con gli storici mattoni. Dal primo settembre si procederà con l’allestimento dell’area concerto vera e propria, a ridosso del baluardo del caffè delle Mura. Il palco sarà enorme, in arrivo dal Belgio da un'azienda specializzata che lo ha già fornito per il concerto degli Stones al Circo Massimo a Roma. «Ma questo sarà diverso e stupendo» anticipa il patron Mimmo D'Alessandro. Il resto è top secret. Tanti i curiosi, anche turisti, che si scattano una foto davanti al banner di fronte all'area del Balilla che ritrae la celebre “linguaccia” dei Rolling Stones. E che è già un souvenir della città che sarà l'unica in Italia ad ospitare il tour delle leggendaria band inglese.

Nicola Nucci