Rolling Stones, il Comune cerca posti auto dai privati

Un avviso per trasformare terreni e piazzali in parcheggi, i proprietari potranno tenersi l’incasso ma le tariffe sono bloccate: 15 euro ad auto

LUCCA. AAA parcheggi cercansi. In vista del concerto dei Rolling Stones, in programma il 23 settembre sugli spalti delle Mura. Il Comune di Lucca pubblica un avviso per invitare i cittadini a mettere a disposizione le proprie aree private, trasformandole per due giorni in parcheggi a pagamento. In cambio il proprietario dell’area potrà tenersi l’incasso. È la prima volta che l’amministrazione ricorre a uno strumento di questo tipo. Ma per sistemare gli oltre 50mila spettatori attesi al concerto di Jagger e soci servono più o meno altri 10mila posti, oltre ai 6.000 individuati dal piano parcheggi, presentato la scorsa settimana. Così, visto che le aree pubbliche sono finite, si chiede ai privati di mettere a disposizione (e di gestire in prima persona) terreni, piazzali e tutto quello che potrà essere trasformato in un parcheggio per 48 ore.

La documentazione. La notizia è contenuta nella delibera 229, approvata dalla giunta del sindaco Alessandro Tambellini lo scorso 22 agosto. L’obiettivo è individuare le aree idonee per la sosta da destinare ai possessori dei biglietti del concerto. I soggetti interessati dovranno presentare domanda – utilizzando la modulistica che sarà pubblicata sul sito web del Comune – entro le 13 del 18 settembre. La candidatura dovrà essere contenuta in una busta chiusa sulla quale dovrà essere riportata la dicitura “Piano parcheggi in area privata ’Concerto Rolling Stones’” e dovrà essere indirizzata al protocollo di piazza Santa Maria corte Orlandini. Alla domanda dovrà essere allegata una relazione che indichi l’ubicazione dell’area, il numero degli accessi in entrata e in uscita, il numero e le caratteristiche dei posti auto, le modalità di delimitazione dell’area e dei posti auto, le modalità di messa in sicurezza dei veicoli parcheggiati; la presenza e le modalità di impiego del personale addetto alla gestione dell’area specificando il numero delle mansioni; le caratteristiche della segnaletica verticale necessaria a regolamentare gli accessi, l’orario di svolgimento del servizio proposto nell’arco delle 48 ore comprese dalle 16 del 22 settembre alle 16 del 24 settembre.


Incasso per i proprietari. C’è poi il capitolo tariffe: non potranno superare i 15 euro per gli autoveicoli, i 5 euro per i motoveicoli i 30 per i camper. Il proprietario nonché gestore dell’area dovrà rilasciare apposite ricevute ma – e qui sta il bello – potrà tenersi l’incasso. Un grosso incentivo per chi ha a disposizione dei terreni in disuso che per un paio di giorni potranno trasformarsi in una miniera d’oro. Un modo efficace anche per contrastare il fenomeno dell’abusivismo, che si manifesta puntualmente in occasione degi grandi eventi (ad esempio i Comics). L’amministrazione comunale valuterà le domande presentate sulla base di parametri quali il numero dei posti, accesso, sicurezza adeguatezza organizzativa e segnaletica, dopo di che i proprietari delle aree prescelte (muniti anche di idonea copertura assicurativa per responsabilità civile fino a un milione di euro, ma non costa granché) sottoscriveranno una convenzione con il Comune.