Ladro arrestato dopo un inseguimento

Sventato un colpo in abitazione a Sesto a Moriano, un bandito prova a scappare in auto ma la fuga dura pochissimo

LUCCA. «Mentro ero nel giardino di casa, con la mia famiglia, ho sentito il rumore dell’apertura della porta e dei passi sulla scala che conduce al mio appartamento»: è  quanto segnalato nella serata di venerdì 25  alla sala operativa della questura dalla vittima del furto  avvenuto dopo le 22 in una villetta a    Sesto di Moriano.

Sorpreso dal proprietario a frugare nell’appartamento, il ladro, un ragazzo albanese del 1994, è scappato a bordo di una Renault Clio nera, rubata il 18 agosto a Lucca. La fuga è però durata pochi istanti: a in seguire la Clio nera  c’era già una volante della Questura.

L'uomo arrestato dalla polizia

Dopo aver affiancato la vettura, in via Ludovica, i poliziotti dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico hanno intimato, più volte, al conducente di arrestare la marcia in sicurezza; per tutta risposta il ladro ha provato a mandare fuori strada gli agenti. La manovra da manuale del conducente della volante ha però bloccato la fuga della Clio costringendo il ladro a sterzare e ad arrestarsi con un lieve impatto contro il muro, che non ha causato alcuna conseguenza.

La refurtiva recuperata dalla polizia

 
I poliziotti hanno poi scoperto che l’albanese, probabilmente insieme ad altri due complici, in corso di identificazione, pochi minuti prima del tentato furto che ha dato origine alla fuga, aveva rubato in un altro appartamento di via Ludovica, da cui aveva portato via della refurtiva che, nascosta in una federa di cuscino, è stata recuperata dalle Volanti nei campi che costeggiano la via di fuga.

Il malvivente, irregolare sul territorio nazionale, senza fissa dimora e privo di precedenti di polizia, è stato arrestato per furto aggravato continuato e giudicato per direttissima.

L’impegno delle volanti della questura  venerdì ha inoltre   permesso   di denunciare due giovanissime ragazze della Versilia, entrambe prive di precedenti di polizia, sorprese nel pomeriggio  a rubare in un negozio del centro storico di Lucca.  I poliziotti della Volante hanno accertato che le due avevano appena consumato altri furti in diversi negozi di abbigliamento. La refurtiva, del valore complessivo di 500 euro, è stata restituita ai commercianti. Le due ragazze avevano con  loro   un distaccatore manuale antitaccheggio.