Lucca dice addio al “suo” professore Pier Giorgio Camaiani

Grande la sua amicizia con Fratel Paoli, di cui fu il primo a curare il fondo di scritti e carteggi. Oggi i funerali

LUCCA. Si è spento nell’amata Isola d’Elba, con il conforto dei suoi cari, il professore Pier Giorgio Camaiani.

Nato a Lucca nel 1930, è stato un fine e attento studioso della storia moderna, dedicandosi all’analisi dei molteplici aspetti della vita politico-religiosa, sociale e familiare, con un’attenzione originale alla storia delle mentalità del XIX secolo. Ha analizzato i modelli di comportamento prevalenti nell'età moderna sul piano religioso e familiare, così come nei modelli femminili, utilizzando sia i documenti storici che letterari.

Numerose le sue pubblicazioni nel corso dei tanti anni di studio e lavoro.

In particolare per la storia lucchese è da ricordare il volume dal titolo “Dallo stato cittadino alla città bianca: la società cristiana lucchese e la rivoluzione toscana”, all’interno degl quale ha introdotto criteri ermeneutici originali per comprendere la “città bianca” lucchese.

Il professor Camaiani ha ricoperto la cattedra di Storia Moderna come professore ordinario presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Firenze.

Particolarmente intenso è stato il rapporto religioso e culturale con Fratel Arturo Paoli, del quale ha curato, con Paola Paterni, il volume di lettere ”Vivo sotto la tenda”. Era, insieme alla moglie professoressa Bruna Bocchini Camaiani, responsabile scientifico del Fondo Paoli presso la Fondazione Banca del Monte di Lucca.

Non a caso, tra le carte del fondo intitolato a Fratel Paoli, è considerato di altissimo pregio quelle che vengono definite le “carte Camaiani-Bocchini”: si tratta, vengono così descritte, di «un bagaglio di particolare valore perché il professor Camaiani, per la sua competenza professionale di storico e per il suo legame personale di amicizia con Paoli fin dagli anni Quaranta, per primo fu incaricato dallo stesso Paoli di conservare alcune delle sue carte e dei suoi diari».

Negli anni Novanta inoltre il professor Camaiani si era dedicato allo studio dei molteplici aspetti della vita familiare in relazione alla storia politica e alla storia delle idee. In particolare si era dedicato ad analizare (durante corsi e le ricerche) i modelli di comportamento prevalenti nell'età moderna circa il padre di famiglia e la donna, sia nei documenti storici che nella letteratura, soprattutto nel teatro e nel romanzo.

Ha fatto parte del collegio docenti del dottorato in Storia religiosa.

I funerali del professor Pier Giorgio Camaiani si terranno presso la Badia Fiesolana a Fiesole, nella giornata di oggi 8 agosto alle ore 16.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.