Minaccia con un bicchiere rotto la titolare di un bar, poi ferisce con un coltello un cliente

L'esterno del bar Alex (ex Lucky bar) di Maggiano teatro dell'aggressione

Un'ora di follia per un uomo che, ubriaco, ha seminato il panico al bar Alex di Maggiano

LUCCA. Non era un cliente nuovo di quel bar. L'uomo, straniero, vive in zona. E al bar Alex (ex Lucky bar) di Maggiano aveva già creato diversi problemi in passato. Anche sabato 29 luglio, poco prima di mezzanotte, si è presentato al locale già ubriaco. Chiedendo di bere ancora. Al rifiuto della titolare dell'attività, la 47enne Sabina Alberti, ha completamente perso la testa. Prima gli insulti verso la donna e gli altri avventori.

Pochi istanti e l'uomo ha rotto un bicchiere, puntandolo alla gola della donna. Fortuna ha voluto che in quel momento fossero presenti, di ritorno da una festa, una trentina di persone, culturisti, che hanno bloccato l'uomo. Non contento, però, è tornato indietro pochi minuti più tardi brandendo un coltello e lanciando sedie sui clienti. Nel parapiglia che ne è seguito un ragazzo è stato ferito ad una mano dalla lama. 

A quel punto la chiamata ai carabinieri, intervenuti con tre pattuglie, che hanno bloccato l'aggressore. Al momento, però, non ci sono denunce anche perché i carabinieri stanno verificando le versioni raccontate dalla barista, dai testimoni e dall'uomo e visioneranno le telecamere di sicurezza (ce ne sono 12 nel locale tra interno ed esterno) per ricostruire la notte di follia di Maggiano.