Botta e risposta sullo stadio tra giunta e opposizione

BAGNI DI LUCCA. Ancora fa parlare di sé il restyling dello stadio delle Terme di Bagni di Lucca, che diverrà sede della preparazione del GhiviBorgo in vista del prossimo campionato di serie D. Al...

BAGNI DI LUCCA. Ancora fa parlare di sé il restyling dello stadio delle Terme di Bagni di Lucca, che diverrà sede della preparazione del GhiviBorgo in vista del prossimo campionato di serie D. Al comunicato stampa della “Lista Rinascimento”, che illustrava i meriti della precedente amministrazione comunale nell’aver permesso la nuova “vita” della struttura, risponde l’attuale giunta che sottolinea come lo stadio sarà pronto per il 24 luglio, data in cui mister Venturi inizierà a far sudare vecchi e nuovi calciatori del GhiviBorgo. «Rispetto al comunicato stampa della “Lista Rinascimento”, vorremmo far presente che l’amministrazione non ha accusato nessuno, ma solo portato a conoscenza della popolazione un atto preso dalla nuova giunta, con delibera n.79 del 30 giugno scorso, in cui autorizziamo e permettiamo alla società sportiva GhiviBorgo di poter gestire l’impianto stadio delle Terme. Senza quell’atto preso dalla nuova amministrazione, lo stadio continuerebbe ad essere abbandonato in balia di atti vandalici e senza prospettive di un utilizzo sportivo, sperando non che non sia solo calcistico. Ringraziamo i volontari che anche sabato e domenica 15 e 16 luglio, con dedizione ed impegno stanno completando i lavori di pulizia che ormai durano da 10 giorni e possiamo affermare che oggi lo stadio potrà essere utilizzato, e auspichiamo che il GhiviBorgo possa avviare la propria attività e possa collaborare anche con le associazioni sportive del nostro Comune». La nuova giunta si rivolge, poi, alla “Lista Rinascimento” e a Massimo Betti «che per sminuire le scelte della nuova amministrazione polemizzava e sviliva l’intervento “a solo un taglio d’erba pure sbagliato”, ricordiamo che la campagna elettorale è finita, i cittadini hanno democraticamente espresso le loro preferenza, e la nuova amministrazione con il sindaco Paolo Michelini, si è messa al lavoro per risolvere i tanti problemi presenti e aprire nuove prospettive di rilancio del Comune. Fra 5 anni, ci rimetteremo al giudizio della popolazione se avremo fatto bene verremo riconfermati altrimenti ci cambieranno, quindi anziché polemizzare sempre, mettetevi l’animo in pace ed anzi contribuite con impegno positivo a lavorare per il bene comune».

Michele Citarella