Approvato il progetto per l’ex casello di Carraia

Via libera del ministero delle infrastrutture per la riqualificazione dell’area Il cantiere per trasformarlo in un “polmone” verde sarà allestito a inizio 2018

CAPANNORI. C’è il via libera del ministero delle infrastrutture al progetto definitivo di riqualificazione dell’area dell’ex casello di Carraia. Approvato il progetto per fare spazio alla costruzione del sagrato della chiesa ed una zona verde con alberi e panchine ed una nuova viabilità con la sistemazione del ponte sul Frizzone. Quello che una volta era il casello autostradale, ormai smantellato, diventerà un “polmone” verde che andrà a riqualificare la frazione.

Una svolta attesa da quasi dieci anni da Carraia. Intanto da qualche mese è già funzionante il nuovo parcheggio realizzato accanto al cimitero in grado di accogliere 28 posti auto. La seconda parte dell’opera, quella più imponente, partirà nel 2018. Il progetto tornerà sul tavolo di Autostrade, ente proprietario dell’area, che entro fine anno dovrà fare partire l’iter per l’assegnazione dei lavori e l’apertura del cantiere. Un’opera più volte annunciata quella della riqualificazione dell’ex casello, attesa dal 2008, da quando cioè la barriera autostradale è stata chiusa e poi smantellata dopo l’apertura del nuovo casello del Frizzone. La zona sarà trasformata un’area con verde pubblico, con un nuovo lastricato davanti alla chiesa, utile per la sosta dei fedeli. Nel 2009 è stata fatta una sommaria pulizia, ma più che altro uno smontaggio dei pezzi lasciati sul posto. Poi l’ter era stato bloccato fino all’ottobre del 2016 quando il consiglio comunale di Capannori ha approvato all’unanimità l’acquisizione a titolo gratuito delle aree antistanti alla chiesa dei SS. Donato nell’area del vecchio casello autostradale di Capannori per un parcheggio ed un sollecito ad Autostrade per i lavori del secondo lotto della riqualificazione dell’ex casello, progetto che prevedeva un investimento di circa 450mila euro finanziati proprio da società autostrade.

Nella parte sud per fare spazio alla costruzione del sagrato sarà realizzato un semicerchio e l’attuale viabilità sarà spostata e in parte seguirà il percorso dell’ex pista di ingresso al casello, al lato della quale verrà realizzato un marciapiede. Il piazzale della chiesa sarà poi collegato tramite due vialetti agli ingressi del cimitero. Il verde sarà una delle caratteristiche principali di questa opera di recupero urbano che metterà completamente a nuovo quest’area di Carraia. II progetto prevede anche la sistemazione del ponte sul Frizzone. Nella parte nord invece sarà realizzato un deposito ad uso esclusivo delle società Autostrade.

Nicola Nucci