Apre il ponte sospeso intitolato ai marò

Il 19 giugno la cerimonia, che inaugurerà anche il parco dell’Onore e del Disonore. La struttura è costata tre milioni

VAGLI. C’è la data e c’è il nome: 19 giugno, ponte Latorre-Girone. Il sindaco di Vagli, Mario Puglia, ha comunicato il giorno in cui sarà inaugurato il ponte a funi sospeso sul lago di Vagli ed il vicino Parco dell’Onore e del Disonore. Sarà dunque domenica 19 giugno, alle 10,30, e il sindaco svela il nome del ponte che sarà intitolato ai due marò arrestati in India con l’accusa di aver ucciso due marinai.

Lago di Vagli, il ponte intitolato ai due maro'

Un evento molto atteso sia per la bellezza del ponte, e del panorama che si aprirà su esso, sia per le statue tanto discusse collocate vicine all’ingresso del ponte. Il ponte è costato circa tre milioni di euro, tutti provenienti dalle casse comunali, ed è sospeso per alcune decine di metri sul lago. Un percorso turistico che sarà molto importante per Vagli e per tutta la Garfagnana. Infatti, l’idea del sindaco Puglia si è concretizzata in un autentico percorso che consentirà di trascorrere una piacevole giornata sulle sponde del lago di Vagli.

Se il lago ha già la sua massima notorietà grazie al paese sommerso di Fabbriche di Careggine, la cui “riemersione” è un pallino del sindaco Puglia (anche se dovrà superare le resistenze di Enel), ecco che adesso il paesaggio si impreziosisce con il ponte a funi sospeso. Un ponte realizzato in tempi brevi. Li accanto sorge il Parco dell’onore e del disonore realizzato sempre dall’amministrazione comunale con diverse statue in marmo: quella del comandante Francesco Schettino, raffigurato con orecchie da coniglio, e del capitano Gregorio De Falco, protagonisti loro malgrado della tragedia Costa Concordia, quella della guardia giurata Fabrizio Quattrocchi, giustiziato in Iraq, e quella del cane Diesel, il cane-eroe negli attentati di Parigi. Il percorso permetterà di raggiungere anche il ponte Morandi e collegarsi direttamente all’abitato di Vagli Sotto.

Il sindaco pensa all’oasi di Campocatino dove dovrebbe essere presto posizionata una statua in marmo per ricordare David Bowie, la rockstar legata alla comunità di Vagli per essere stato protagonista nelle riprese del film “Il mio West” di Giovanni Veronesi con Leonardo Pieraccioni, girato proprio a Campocatino.

«È il ponte più scenografico mai costruito – ha dichiarato il sindaco Puglia - l'opera è impreziosita anche da luci che produrranno i colori della nostra bandiera italiana, la più bella al mondo». L’ultimo “colpo di scena” del sindaco è stato quello di decidere l’intitolazione del ponte a Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, i due marò arrestati in India. «Due servitori della patria abbandonati da tutti – spiega Puglia – visto il rispetto che nutro e nutriamo come comunità per le Forze Armate, ho deciso di rendergli questo omaggio. All’ingresso del ponte i loro nomi saranno scolpiti su una targa realizzata con il nostro marmo. Abbiamo anche contattato la sorella di Fabrizio Quattrocchi e l’ambasciata francese perché il Parco dell’Onore e del Disonore sarà inaugurato nella stessa giornata».

©RIPRODUZIONE RISERVATA