GhiviBorgo emigra a San Giuliano Terme

Una formazione del GhiviBorgo

La decisione presa dalla società per i costi troppo onerosi del noleggio del Porta Elisa sino a giugno. La società della Valle: "Ringraziamo ugualmente il club rossonero e resterà la collaborazione con loro"

LUCCA. Il GhiviBorgo dice addio al Porta Elisa. Domenica contro lo Scandicci e nei prossimi cinque impegni interni la formazione della Valle giocherà nell'impianto di San Giuliano Terme. L'accordo con la Lucchese - valido sino al 31 gennaio dopo un'ulteriore proroga - è stato impossibile da rinnovare per i dirigenti della formazione che milita in serie D e sta lottando con Gavorrano e Gubbio per la promozione nei professionisti. Il motivo? Troppo oneroso il costo per affittare lo stadio sino a giugno. "Ringraziamo l'As Lucchese Libertas 1905 per l'ospitalità ricevuta che ha consetito di vivere la prima parte di questa nostra fantastica avventura nella splendida cornice del Porta Elisa. - si legge in una nota inviata dal club biancorossoblu -  Un'esperienza che, seppur conclusa riguardo alla location, continuerà nella stretta collaborazione tra le due società per valorizzare i giovani del territorio". I tifosi della formazione della Media Valle quindi per le partite interne dovranno spostarsi a San Giuliano Terme almeno sino alla prossima stagione quando, tra novembre e dicembre, sarà realizzato il nuovo impianto sportivo della Valle. "L'Asd GhiviBorgo ringrazia il sindaco di San Giuliano, Sergio Di Maio, e l'asessore allo sport, Mauro Becuzzi, oltre al presidente della società sportiva Ads San Giuliano Terme per l'immediata disponibilità dimostrata",