Ricoverato con la meningite al San Luca, le condizioni sono stabili

Infermiera cura un paziente ricoverato in ospedale (foto d'archivio)

Ha trascorso una notte tranquilla il trentenne di Chiesina Uzzanese colpito dal ceppo C della malattia. Nei giorni precedenti era stato nella palestra NewGym di Altopascio e in un ristorante giapponese sulla Pesciatina, oltre che in un cinema e in alcuni locali di Montecatini

LUCCA. Sono stabili le condizioni del trentenne residente a Chiesina Uzzanese ricoverato giovedì 14 gennaio all'ospedale San Luca per meningite di tipo C. Gli ultimi aggiornamenti sul suo quadro clinico riportano che ha trascorso una notte tranquilla, durante la quale i parametri sono rimasti stabili. Continua ad essere sedato.

E' grande e sentita la vicinanza degli amici: numerosi i messaggi sul suo profilo Facebook, tante parole di incoraggiamento a superare la malattia. Il trentenne infatti è molto conosciuto tra il Pistoiese, dove vive e dove lavora, e in Lucchesia, dove frequenta la palestra e alcuni locali.

Il giovane si trova nel reparto di Rianimazione dove sta ricevendo tutte le cure del caso. Il ragazzo è stato nella palestra NewGym di Altopascio nei giorni 4,8 e 11 gennaio. La palestra è stata informata dall'Asl 2 e sta provvedendo a contattare le persone che erano presenti nella sala pesi in uno dei tre giorni indicati (4,8 e 11 gennaio), dalle 18 alle 21.

Le persone interessate sono invitate a rivolgersi al proprio medico curante per avviare la procedura di profilassi, che consiste nella somministrazione di un antibiotico (una pasticca) che protegge dal contagio. Per avere informazioni, negli orari di ufficio, si  può chiamare il dipartimento della Prevenzione, settore Igiene pubblica, che ha sede in piazza Aldo Moro a Capannori.  Questi i numeri: 0583 449816 – 449833 – 449093. Si può telefonare anche il centralino dell’Asl 2 di Lucca (0583 9701) e chiedere di essere messi in contatto con il suddetto dipartimento.

Il ragazzo ha accusato i primi sintomi mercoledì 13 gennaio. Giunto al pronto soccorso di Pescia, è stato sottoposto dai sanitari agli accertamenti diagnostici a seguito dei quali è stato poi trasferito nel reparto di malattie infettive del San Luca.  Il servizio di igiene pubblica del Dipartimento di prevenzione di Pistoia ha immediatamente attivato le procedure di profilassi sottoponendo a copertura antibiotica i familiari e le persone che nei giorni precedenti l’infezione hanno avuto un contatto stretto con il giovane.

È stata subito attivata anche l’inchiesta epidemiologica dalla quale è risultato che il paziente abbia frequentato i seguenti locali:

  • Martedì 12/01/2016 dalle ore 21.00 alle 23.00 ristorante giapponese Oshii via Pesciatina Lucca
  • Domenica 10/01/2016 dalle ore 21.30 alle 22.30 e dalle 24.00 alle 1.30 del giorno 11 Bar Condicio di Montecatini 
  • Domenica 10/01/2016 dalle ore 22.30 alle 24.00 cinema Excelsior Montecatini sala film QUO Vado di Zalone
  • Venerdì 8/01/16 dalle ore 23 alle ore 5.00 del 9/01/16 discoteca Attic Club di Montecatini
  • Sabato 9 /01/16 dalle ore 23 alle ore 5.00 del 10/01/16 Noir Bella Vita di Montecatini Terme
  • martedi 5/01/2016 dalle ore 20 alle 4.00 del giorno 6 serata organizzata dal 18.1 alla Grotta Maona di Montecatini

SOLO ed esclusivamente per chi ha frequentato questi locali in quelle date è raccomandata la profilassi antibiotica da assumere il prima possibile su indicazione medica. Per la profilassi antibiotica gli interessati possono rivolgersi al proprio medico o pediatra di famiglia oppure al servizio di Igiene Pubblica Ambulatori di “Villa Ankuri” a Massa e Cozzile. Per informazioni è possibile telefonare, sempre dalle ore 9 alle 13, ai seguenti numeri: 0572 9428 24 – 0572 942856. Sono stati comunicati alla USL di Lucca Igiene Pubblica gli spostamenti e contatti al momento noti relativi alla loro area territoriale.

In tutto sono stati tre i casi di meningite diagnosticati oggi, giovedì 14 gennaio, in Toscana. Oltre a quello di tipo C del ragazzo di 26 anni di Chiesina Uzzanese, un altro si è verificato a Prato e uno ad Arezzo. È quanto si apprende da una nota dell'Asl Toscana Sud Est. Con quelli di oggi salgono a cinque i ricoveri per meningite in Toscana dall'inizio dell'anno. L'anno scorso furono 38. Per venerdì pomeriggio, si spiega dalla Regione, convocata in assessorato una riunione della Commissione regionale per gli indirizzi, le strategie vaccinali e la prevenzione delle patologie infettive, assieme all'Ars (Agenzia regionale di sanit). Un incontro già convocato in precedenza, per una valutazione della situazione 2015, ma che, si spiega, "a questo punto si rende ancora più necessario, anche per concordare eventuali indagini epidemiologiche in grado di evidenziare la situazione della circolazione del batterio della meningite".

COSI' GLI ESPERTI

SUL TEMA