La fine dell’inceneritore: Kme fa un passo indietro

Barga: progetto archiviato, esultano la sindaca e Marcucci

BARGA. Archiviato il progetto del pirogassificatore della Kme. Lo annuncia in toni trionfanti la sindaca Caterina Campani. «Si chiude ufficialmente una vicenda che ha coinvolto tutta la Valle da più di due anni a questa parte con tanto di sollevamento popolare e di parte delle istituzioni. La Regione Toscana ha comunicato formalmente che provvederà ad archiviare il procedimento autorizzativo per realizzare un pirogassificatore nello stabilimento di Fornaci di Barga».

A seguito del preavviso di diniego alla realizzazione dell’impianto che la Regione aveva notificato a Kme nel luglio 2020, l’azienda, continua la sindaca, «avrebbe dovuto produrre osservazioni e documentazione a supporto della realizzazione del gassificatore. Il termine per la presentazione delle osservazioni era stato prima posticipato a novembre 2020, infine al 30 giugno scorso. Ma a giugno Kme non ha inviato le osservazioni e ha comunicato alla Regione di voler ritirare il progetto. Oggi la Regione Toscana ha comunicato agli enti interessati, per primo il Comune di Barga, che procederà ad archiviare il procedimento», aggiunge Campani.

«L’istanza di procedimento autorizzativo unico, con le richieste dei provvedimenti di valutazione di impatto ambientale e autorizzazione di impatto ambientale relativa al progetto del pirogassificatore è stata stralciata come rende noto il provvedimento che la Regione ha pubblicato –. A breve il procedimento sarà archiviato. Si conclude qui il progetto per la piattaforma energetica, sotto forma di pirogassificatore, che doveva sorgere nello stabilimento di Fornaci. Il giusto epilogo di una vicenda che ci ha visto impegnati come amministrazione nel sostenere e combattere un progetto che ritenevamo deleterio per il territorio. E di cui non si parlerà più».

Campani ringrazia chi l’ha sostenuta: «Giunta comunale, maggioranza, l’avvocato Giuseppe Toscano e gli uffici impegnati. Ringrazio la popolazione per l’importante opera svolta a cominciare dal movimento La Libellula e le associazioni. Sottolineo però il massimo rispetto verso Kme e i suoi lavoratori. Assicuro che non mancherà il nostro appoggio all’azienda e ai lavoratori nel sostenere il lavoro dello stabilimento».

Soddisfatto anche il senatore Andrea Marcucci: «Un’ottima notizia per tutta la Valle. Sindaci, parlamentari, consiglieri regionali si sono mossi per lo sviluppo sostenibile del territorio. La pietra tombale sul progetto del pirogassificatore era essenziale Ora dobbiamo guardare al futuro e sostenere le aziende, stare vicini a Kme ma tutto deve essere compatibile con il rispetto dell’ambiente. Una bella vittoria».

Da Kme solo indiscrezioni, come il fatto che la decisione di ritirare il progetto sia nata dai troppi ricorsi e ostacoli. Ma anche la possibilità che la vicenda non sia finita qui, che possano nascere nuove opportunità con il piano nazionale di ripresa. Non ultima la possibilità che il progetto del pirogassificatore possa essere realizzato in altri stabilimenti del gruppo dotati di fonderie, in Francia o in Germania. — RIPRODUZIONE RISERVATA