Ha confessato l'assassino di Raluca

Falloni, 35 anni, ha ammesso di avere ucciso la ragazza che per anni ha abitato in provincia di Lucca

LUCCA. A venti giorni dall’arresto, ha confessato Gabriel Falloni, 35 anni, operaio, origini sarde e residente a Nus in Valle d’Aosta. Ha ammesso di aver ucciso lui Elena Raluca Serban, 32 anni, che sino al 2015 era residente a San Vito con la madre e la sorella che abitano ancora nella periferia cittadina. Al magistrato, Falloni ha detto di averla uccisa dopo un rapporto perché lei lo “aveva ferito nella sua sessualità”.

Stando al suo racconto, Falloni conosceva bene la giovane donna. Sostiene che quel sabato pomeriggio si è recato nel suo appartamento di via dei Partigiani alle 18. Durante l’incontro c’è stato un litigio. Dal racconto del trentacinquenne emerge che in seguito all’alterco, lui avrebbe preso per il collo la ragazza che si sarebbe divincolata. Impaurita, avrebbe afferrato un coltello, minacciandolo. I due sarebbero finiti nel bagno e lui nel tentativo di disarmarla e di difendersi alla fine l’avrebbe colpita con un fendente alla gola. In preda al panico sarebbe fuggito portandosi via l'arma del delitto, i cellulari e il tablet della ragazza sistemandoli all’interno di una borsa della vittima poi trovata nel suo alloggio.