Contenuto riservato agli abbonati

Nasconde la cocaina dentro lo sportello dell'auto: arrestato

Lo spacciatore, di 36 anni, vendeva la droga in zona di Maggiano

LUCCA. Finisce di nuovo nei guai Abdelouahed Zouhair, 36 anni, originario del Marocco e residente a Maggiano, che la volante della polizia ha arrestato domenica a bordo della sua Fiat Bravo grigio metallizzato. Gli agenti lo hanno fermato ad un posto di controllo e nell’abitacolo hanno trovato nascosti due involucri di cocaina per un totale di 1, 5 grammi. La droga era occultata all’interno dello sportello dell’auto.

Da un’attenta attività di indagine gli agenti delle volanti hanno individuato un cliente “affezionato” che ha confermato di rifornirsi regolarmente dal trentaseienne di Maggiano. Dopo la convalida dell’arresto per detenzione di sostanza stupefacente a fini di spaccio da parte del gip c’è stato il rinvio del processo con rito direttissimo al 26 maggio dopo la richiesta dei termini presentata dall’avvocato difensore. Zouhair nel frattempo è stato sottoposto all’obbligo di dimora: non potrà uscire di casa nelle ore serali e notturne.

L’extracomunitario nel dicembre 2019 si era trasferito da Pontedera a Lucca per proseguire la sua attività di spaccio. Ma i carabinieri lo tenevano d’occhio e la sua vecchia auto parcheggiata in stato d’abbandono davanti a un bar di Maggiano non era passata inosservata. Lui, stando all’accusa, incontrava, previo appuntamento, la sua clientela al bar per prendere un caffè o un liquore. Ma quando i consumatori arrivavano Zouhair usciva e si dirigeva verso la vecchia vettura. Lì, occultati all’interno del tappo del serbatoio di benzina, c’erano la dose che avrebbe ceduto al cliente di turno. Durante un blitz i carabinieri rinvennero all’interno del tappo cinque dosi già confezionate e pronte per essere vendute. In quella circostanza Zouhair fu arrestato, patteggiò un anno davanti al giudice e venne rimesso in libertà. — RIPRODUZIONE RISERVATA