Luci gioca, vince e saluta i tifosi Il ritorno a Livorno è ormai a un passo

Ieri è stato ancora il migliore in campo nella Carrarese, in tribuna c’era anche Toccafondi  Se arriva subito la rescissione, sia lui che Russo potrebbero allenarsi in amaranto già il 28 

Alessandro Bernini

livorno. I gol, l’esultanza, gli abbracci dei compagni. Poi a fine partita il saluto della squadra sotto la curva dei tifosi. Ma chi c’era, giura che quello di Andrea Luci fosse un saluto diverso. Un saluto che profumava molto di addio.


E questo l’hanno capito anche i tifosi della Carrarese. Basta girare un po’ sui gruppi social per vedere che i “Ciao Andrea e grazie di tutto”si sprecano. La storia d’amore tra Luci e la Carrarese sembra al capolinea, ma non perché manchi l’affetto. Anzi. Ma perché il primo amore, quello del matrimonio eterno, quello con il Livorno, è sbocciato di nuovo grazie alla nuova società. E se Luci non sarebbe mai tornato con la vecchia dirigenza, adesso è entusiasta di tornare a indossare la sua maglia, la sua seconda pelle.

Luci anche ieri ha disputato una gran partita risultando tra i migliori in campo. E ha pure sfiorato il gol. In tribuna ad assistere a Carrarese-Pontedera c’era anche il presidente amaranto Paolo Toccafondi, spettatore disinteressato ma non troppo. Come vi abbiamo spiegato nei giorni scorsi, Luci ha trovato l’accordo su tutto con il Livorno: almeno un anno e mezzo da calciatore e poi un futuro in società.

Adesso saranno decisive le prossime ore. Luci ha già detto ai dirigenti della Carrarese che vuole tornare a Livorno, c’è stato un tentativo di convincerlo a restare ma la posizione di Andrea è rimasta ferma. Se già oggi o domani arriva la rescissione del contratto, Luci il 28 potrebbe essere a Livorno ad allenarsi coi nuovi compagni. Fermo restando che, comunque, fino al 23 gennaio non potrà giocare in campionato visto che il regolamento impone 30 giorni di stop per i passaggi tra i professionisti e i dilettanti. Di certo sarebbe un colpo grandissimo, grazie alla volontà di Luci di tornare a casa e alle mosse del presidente Toccafondi che ha trovato subito la quadra a livello economico e si è ben comportato con la Carrarese.

E attenzione perché il 28, con la maglia del Livorno indosso, potrebbe esserci anche il difensore centrale Michele Russo, ancora sotto contratto con la Ternana e che ogni giorno si allena agli ordini di Cristiano Lucarelli. Anche Russo è convinto dell’idea di indossare la maglia amaranto, pure lui deve soltanto rescindere. Sotto l’albero ci sono due grandi colpi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA