Contenuto riservato agli abbonati

Il Livorno parla... Russo: vicino un gran colpo

Michele Russo, difensore centrale di 35 anni

Quasi fatta per il difensore della Ternana. Luci, se firma, può giocare dal 23 gennaio

LIVORNO. La perfezione non esiste ma si può sempre fare meglio. Lo sa Paolo Toccafondi, lo sanno i dirigenti amaranto. La striscia di vittorie va accolta con entusiasmo, soprattutto perché c’è la sensazione che questo gruppo abbia capito cosa serve per vincere in Eccellenza. Guai però sedersi, pensare che è tutto perfetto. Vale per i giocatori e anche per la società. Perché questo campionato di Eccellenza è un labirinto maledetto, nel quale il primo posto ti dà un biglietto per due partite che diventano degli spareggi secchi: non puoi sbagliare. E allora devi arrivare a quel giorno senza trovarti con la coperta corta. Sarebbe un delitto.

Il colpo di mercato è dietro l’angolo e l’accordo sembra molto vicino. Il Livorno è a un passo dall’ingaggio di Michele Russo, difensore centrale di 35 anni, oggi sotto contratto con la Ternana. Lo scorso anno ha giocato 14 partite nella squadra che ha vinto il campionato di serie C sotto la guida di Lucarelli, ma in carriera vanta addirittura 34 presenze in serie B (all’Entella) e 198 presenze e 23 gol in serie C dove ha girato tutti i gironi.


È sotto contratto con la Ternana fino a giugno ma in questo campionato non ha mai giocato. E Cristiano Lucarelli, conoscendo lo spessore sia tecnico che umano di questo ragazzo, lo ha consigliato a Toccafondi. Stavolta non è intervenuto Bandecchi ma è stato lo stesso Toccafondi a portare avanti la trattativa, parlando più volte col giocatore. Russo ha avuto due richieste dal girone sud della C e molte chiamate dalla D e chiaramente si era preso qualche giorno per valutare.

Ma nelle ultime ore il difensore si sarebbe convinto che Livorno è la soluzione migliore. L’offerta economica di Toccafondi è stata accettata per cui è probabile che a breve arrivi la fumata bianca.

Questo ingaggio renderebbe davvero completa la batteria dei difensori centrali perché a quel punto avremmo Giampà, Milianti, Ghinassi e Russo, più qualche giovane dietro (Palmiero e Giuliani, che però preferiscono giocare anche in fascia).

È importante che in questo reparto non ci siano partenze perché, anche vincendo il campionato, non si può correre il rischio di andarsi a giocare gli spareggi con i difensori contati. Oggi ad esempio Milianti è infortunato, Giampà è in diffida, Ghinassi è appena rientrato da un stop, mentre Russo avrà bisogno forse di un paio di settimane per trovare la condizione. Insomma, non si può rischiare di finire di nuovo in emergenza.

In attacco siamo messi più che bene, a centrocampo il possibile arrivo di Luci completerebbe alla grande il reparto, in difesa un uomo in più serve per avere le spalle coperte per qualsiasi evenienza.

Russo potrebbe essere disponibile subito non avendo mai giocato in questa stagione, mentre diversa è la storia per Andrea Luci. Devono infatti passare 30 giorni tra l’ultima partita giocata nei professionisti e la prima giocata nei dilettanti. Luci ha giocato titolare domenica nella Carrarese contro la Viterbese, quindi fino al 19 gennaio non potrebbe indossare la maglia del Livorno. Ma domani c’è Carrarese-Pontedera e, se gioca anche questa, il suo eventuale debutto nel Livorno potrebbe essere solo il 23 gennaio, a Cenaia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA