Striscioni, bandiere, slogan «Torniamo tutti allo stadio»

Dai Quattro Mori all’Attias, dall’esterno delle scuole fino al viale sul lungomare: ieri la città si è svegliata tappezzata di amaranto. Oggi biglietterie aperte

Alessandro Lazzerini

livorno. È domenica e il Livorno tra poche ore farà il suo esordio casalingo nel campionato di Eccellenza. Una data che rimarrà nella storia, più magari di quelle delle scorse settimane, un momento che i tifosi amaranto aspettavano praticamente da due anni, vista la situazione globale e sportiva dell’ultimo biennio.


E se l’entusiasmo e l’energia dei supporters labronici si erano già visti in questi mesi, in particolare alla prima amichevole di Rosignano e alla presentazione della squadra all’Armando Picchi, la Curva Nord Fabio Bettinetti nella notte tra venerdì e sabato ne ha dato una nuova dimostrazione.

Sabato mattina, infatti, la città si è svegliata letteralmente tappezzata di amaranto. Striscioni, cartelli e bandierine sparse per tutta la città. In particolare nella zona vicina allo Stadio. Dal Levante fino a Viale Nazario Sauro, passando per il tratto di Via Boccaccio, è stata creata una sorta di passerella con le bandierine amaranto ed il logo dell’US Livorno affisse ai lampioni della luce.

Lo stesso è avvenuto lungo il Viale Italia dall’altezza della Terrazza Mascagni fino all’Accademia Navale. E questo tratto con il mare alle spalle è stato oggetto di centinaia di bellissime foto circolate sui social. Ecco quindi, due corridoi che accompagneranno la squadra e i tifosi verso l’Ardenza in vista della partita contro il Fucecchio.

Ma non è finita qui, perché sono apparsi anche tanti striscioni che invitano ad andare “tutti allo stadio”. Piazza Attias, il sottopasso di Coteto e la ringhiera dei Quattro Mori sono alcune tra le zone scelte dai tifosi del Livorno per inviare il loro messaggio di unione e appartenenza. Di ripartenza, di rinascita.

E poi ancora centinaia di volantini posizionati per tutta la città, ma in particolare vicino a luoghi “strategici” secondo i supporters livornesi: le scuole. Davanti agli istituti superiori di primo e secondo grado si trovano stampe della curva con il grido di identità e appartenenza “E’ la mia città e la difenderò” e quello di battaglia "Combatti", ripreso dalla finale playoff con l'Empoli, proprio per cercare di sensibilizzare ed avvicinare i giovani e i giovanissimi a questa nuova avventura, tanto difficile quanto elettrizzante. Che avrà sicuramente bisogno della linfa che le nuove generazioni della città posso dare.

Una bella iniziativa quindi che dimostra una volta di più la vicinanza dei tifosi alla squadra e alla maglia. Il Livorno rinasce, o meglio, è già rinato. Con i suoi sostenitori a fianco. Perché senza amaranto non sarebbe domenica.

BIGLIETTERIE APERTE

I biglietti si possono acquistare anche oggi visto che saranno aperte, dalle 11 alle 15.45, le biglietterie stadio di via Allende (tre postazioni) e di piazzale Montello (lato Curva Nord, 3 postazioni).

© RIPRODUZIONE RISERVATA