Debutto vincente per Bahaj Sara Gasperini, che peccato

LIVORNO. Nella prima giornata di combattimenti, all’angolo rosso, 8 baby boxer Toscani. E a quello blu, 7 “colleghi” campani e uno vicentino. A prevalere, per 5 vittorie a 3, i boxer arrivati da lontano. Nel nono incontro, invece, scontro regionale in famiglia e vittoria di Alessandro Maida, Schoolboy 57 kg, su Alessandro Amoroso (Pugilistica Massese).

Domenica, all’angolo rosso ancora boxer toscani (5) e a quello blu, baby pugili (5) provenienti da Liguria e Abruzzo. E risultato in perfetta parità: ovvero cinque vittorie ciascuno. In aggiunta ben tre i match tra boxer toscani. Unica eccezione non giovanile e match clou della riunione, quello di domenica pomeriggio nella cat. Elite 69 Kg, tra il viareggino 25enne, Gioele Pierini e Simone Semucci della Gladiator Liguria. A prevalere per KO, dopo due minuti della seconda ripresa Giole. Una vera forza della natura. Per lui, è stata l’undicesima vittoria su 13 match disputati. E quello che più conta: sesta prima del limite. «La boxe è la mia passione. Tutti i giorni dopo aver lavorato per 8 ore in campo edilizio trovo la voglia e il desiderio di allenarmi». Nei suoi sogni il passaggio, il prossimo anno tra i professionisti.


Tornando agli incontri giovanili disputati il primo giorno nel match di apertura sconfitta ai punti, molto risicata per non dire ingiusta, di Emanuele Gjeli dell’Apl, contro il campano Angelo Mercogliano, al termine di un incontro filato via sui binari di parità. Disco rosso anche per Martino Cipolli (B. Salvemini),apparso un po’ a corto di preparazione, contro il bravo Giuseppe Delli Paoli (E.B. Marcianise). Sconfitta pure per Mattia Pierini (B. Salvemini di Viareggio) contro Giuseppe Dell’Aquila (Fiamme Oro Marcianise). Un verdetto che ha fatto arrabbiare e non poco (“è stata una vergogna…”) i suoi coach.

Il primo sorriso per la Toscana arriva grazie al bravo Thomas Ruga (U. Cecina) che costringe alla resa Nicola Iodice (E. B. Marcianise). Nel sesto match Michele Piccinelli (S. Fortitude) alza bandiera bianca di fronte a Tommaso Padrin (New B. Vi). Altra vittoria dei campani grazie a Luigi Esposito contro Emanuele Guidi Rontani (B.T. Firenze). A regalare gli altri due punti alla Toscana e rendere il risultato meno pesante (5-3) ci hanno pensato Pasquale Salzillo (B. Calenzano) contro Dario Delli Curti (F. O. Marcianise) e con una prestazione sublime e spettacolare Achraf Lekhal, della P. Lucchese, contro Michele Doppietta (E. B. Marcianise).

Nel match di apertura della seconda giornata di combattimenti Sara Gasperini alza inaspettatamente bandiera bianca contro Martina Di Felice (Abruzzo). Un verdetto mal digerito dalla brava Martina.

«Non meritavo di perdere. Nelle prime due riprese ho fatto benissimo e nella terza ho avuto solo una leggera flessione nel finale», ha commentato la pugile livornese.

Disco rosso di stretta misura pure per Moise D’Alfonso (F.G. Gr.) e Gabriel Ceccherini (Spes Fortitude) al termine di due match sostanzialmente quasi equilibrati contro Gabriel Ramon Anzidei (Abruzzo) e il ligure Illias Tahiri. Nei tre match successivi a salire prepotentemente in cattedra sono i pugili della L.B. Salvemini. Myhai Marcoci di S. Piero a Grado, ma pugilisticamente di casa a Livorno, costringe alla resa Michele Silvestri della B. Nicchi. Vittoria a vele spiegate anche di Leonardo Cannone contro Ejupi Klajdi (P. Rosetana). Lo stop al match alla seconda ripresa per ferita dell’avversario, con Cannone già in netto vantaggio. Il terzo sorriso di fila lo regala, con una bella prestazione Manuele Pucci contro Claudio Mozungu (Abruzzo). Bella vittoria pure di Miria Busa Rossetti (Pug. Lucchese) contro la mai doma Cristina Orsini (Abruzzo). E di Antonino Bologna (F.C. Fi) contro Alessandro Ribet (P. Savonese). Il quarto e quinto punto agli ospiti lo confezionano Thomas Fontò (Sanremo B.) costringendo alla resa Sante Mosca (F.C. Fi). E Fabio Liberati (Abruzzo) piegando di stretta misura Antonio Bogonos (B. il Lupo Mugello).

A regalare emozioni, infine, il livornese 14enne Mattia Bahaj, dell’Accademia dello Sport, con Luca Tassi e Fabrizio Lenzini all’angolo. Mattia, per nulla emozionato, nel match di esordio sul ring, con una superba prestazione costringe alla resa Danilo Marrani della B. Nicchi.

M.O.

© RIPRODUZIONE RISERVATA