Buglio soddisfatto ma solo a metà «Approccio molle, non va bene»

livorno. È un Francesco Buglio soddisfatto a metà quello che interviene a fine partita dopo l’amichevole contro la Lucchese Under 19. «Ci sono state cose positive e altre che non mi sono assolutamente piaciute e che dobbiamo migliorare».

Mister, partiamo dai tasti dolenti. Quali sono?


«L’atteggiamento e l’approccio alla partita. Dobbiamo capire dove siamo e per che maglia giochiamo. Serve un’altra concretezza e determinazione in entrambe la fasi, in particolare in quella difensiva. Non possiamo permetterci certe distrazioni vista la caratura dei giocatori che abbiamo. Ma anche sotto porta dobbiamo essere più cattivi».

E gli aspetti positivi?

«La voglia di reagire che questa squadra ha dimostrato anche oggi. Abbiamo fatto bene una volta preso gol e poi anche il secondo tempo nonostante i 20’ giocati in dieci. Quando giochiamo con velocità si vedono belle cose, mi arrabbio invece quando vedo portar troppo palla. La condizione però sta crescendo. Abbiamo ancora alcuni giocatori indietro per quanto riguarda la forma fisica. Da lunedì torneremo a lavorare a mille analizzando questa partita e focalizzandoci sulla prossima amichevole che ci separa dal primo impegno ufficiale.

Nella ripresa ha proposto il 4-2-3-1.

«Può essere una soluzione in più, oltre al 4-3-1-2 che stiamo provando da tempo. Mi è piaciuto come abbiamo interpretato questo sistema prima di rimanere in inferiorità . Un modulo molto offensivo, in attesa di due giocatori come Torromino e Vantaggiato».

Come li ha visti in allenamento?

«Bene. Sono giocatori importanti di cui tutti conosciamo il valore. È fondamentale che siano qui perché posso confrontarmi con loro, amalgamarsi col gruppo e capire cosa chiedo in campo. Così sono più sereno e aspetto che la società mi comunichi le novità».

A.L.

© RIPRODUZIONE RISERVATA