Dal 23 settembre Livorno torna capitale del tennis in carrozzella

Sui campi del circolo Libertas l’edizione 29 del torneo “Inail città di Livorno” Sul tabellone figurano i migliori giocatori del panorama nazionale

LIVORNO. È stata presentata ieri mattina in Comune la 29esima edizione del torneo di tennis in carrozzella “Inail città di Livorno”, che quest’anno si giocherà sui campi del Circolo Libertas sport in via dei Condotti vecchi a Livorno dal 23 al 26 settembre.

Quest’anno il torneo, organizzato dall’associazione Sport Insieme Livorno, con il patrocinio del Comune, ospita 20 giocatori provenienti da varie parti d’Italia. Partecipano tennisti di alto livello, ma anche coloro che si stanno affacciando per la prima volta a competizioni importanti.


Un interessante e singolare aspetto nei tornei su sedia a rotelle, è la presenza in uno stesso torneo di tutti i livelli di gioco. Questo permette ai principianti di confrontarsi con i pari livello e con i migliori tennisti italiani. L’edizione 2021 del torneo di tennis in carrozzella sarà valevole per la classifica nazionale.

Al torneo saranno presenti le due categorie maschile e femminile.

Le regole del tennis su sedia a rotelle sono le stesse del tennis in piedi. Il campo ha le medesime dimensioni, l’altezza della rete è identica. Unica deroga, la possibilità per il giocatore di lasciare rimbalzare la pallina due volte prima di ribatterla. Possibilità usata raramente dai migliori del mondo, perché, anche nel tennis su sedia a rotelle, la rapidità di gioco è cosa primaria e indispensabile.

Il torneo è nato 29 anni fa, le prime tre edizioni erano rivolte ai soli giocatori nazionali, le successive tredici edizioni sono state a carattere internazionale per poi tonare al nazionale.

L’associazione Sport Insieme Livorno (Sil), affiliata alla Federazione Italiana Tennis, per tutte le sue attività può contare su sostegno di numerosi sponsor. Tra i partner finanziari che collaborano con l’associazione per l’organizzazione del torneo ci sono: Circolo Libertas sport, Ortopedia Michelotti-Lucca, Micron srl-Livorno, N. B. Officina Meccanica Navale-Livorno, Fisios-Livorno, Seajet-Livorno, Teleflex, Circolo della pesca e della nautica di Ardenza-Livorno, farmacia Pierini-Livorno e Comune di Livorno.

L’obiettivo della Sil è creare le condizioni per praticare sport, indipendentemente dalla condizione fisica, ma anche utilizzare lo sport come veicolo di informazione delle problematiche inerenti al mondo della disabilità e stimolare molti ragazzi e ragazze al reinserimento nella società.

Il torneo di tennis in carrozzella è l’occasione per avvicinarsi al mondo della disabilità assistendo a gare di alto livello e una stimolante occasione per tutti quei disabili che ancora non praticano sport di potervisi avvicinare. «È volontà dell’amministrazione sostenere il Torneo, che dallo scorso anno è tornato a essere disputato a Livorno – ha affermato il sindaco Luca Salvetti durante la conferenza stampa di presentazione – come abbiamo fatto per le precedenti edizioni. Fin da ora ci prepariamo ad affrontare il trentennale con iniziative di rilievo».

Claudio Rigolo, direttore del torneo ha ringraziato il sindaco e il Circolo Libertas sport, invitando i livornesi ad assistere all’evento.

Questi dunque i migliori giocatori iscritti tra i 32 al tabellone, con il ranking e la zona di provenienza. Categoria maschile: Giovanni Zeni (Lodi) n.9, Luciano Grande (Roma) n.11, Luca Meini (Livorno) n.20, Mauro Curioni (Como) n.27, Gianluca Mantini (Pesaro) n.30, Giacomo Perfigli (Massa Carrara) n.33, Yuri Sabatelli (Firenze) n.53, Pasquale Greco (Prato) n.62 e Nicola Codega (Massa Carrara) n.67. Categoria femminile: Maria Paola Tolu (Sassari) n.7 e Monica Quassinti (Pisa) n.8.

© RIPRODUZIONE RISERVATA