E coach Da Prato si gode il blitz «Ultimo quarto di alto livello»

Alessandro Lazzerini

firenze. È un Andrea Da Prato estremamente contento e soddisfatto quello che si presenta ai nostri microfoni a fine gara dopo la vittoria su Firenze. «Aver concesso solo 9 punti nell’ultimo quarto ad una squadra di categoria come Firenze è un aspetto che mi piace tantissimo. Siamo stati bravi ad uscire dai momenti difficili della partita e alla fine abbiamo sfruttato la maggior freschezza viste le rotazioni più ampie».


Dal punto di vista tecnico cosa le è piaciuto di più?

«Ottime le percentuali anche quest’oggi da tre punti ed anche le percentuali basse degli avversari grazie alla nostra difesa. Però non è stato da meno l’aspettò caratteriale: grande grande grinta e grande carattere. Sono orgoglioso della prestazione dei ragazzi».

Eppure a metà terzo quarto l’inerzia era tutta per Firenze.

«Si, ma con due triple di Tempestini e Drocker siamo rientrati alla grande. La vittoria però è arrivata in difesa, con quattro azioni in cui abbiamo costretto Firenze ad andare oltre i 24’ o comunque a tirare con difficoltà».

In attacco la sensazione è che lei abbia molte frecce.

«I ragazzi devono continuare così, a distribuirsi i tiri con grande equilibrio. Abbiamo tanti giocatori intelligenti che mi permettono di allungare le rotazioni e poi nel finale si vede».

Un percorso forse anche inatteso in questa supercoppa.

«Avevamo un programma di avvicinamento al campionato diverso e non so se queste partite ci avvantaggino o meno. So però che il basket è cambiato tanto è ritmi adesso sono questi, che ti chiedono di giocare un derby dopo venti giorni di allenamenti e tre giorni dopo una nuova partita. Detto questo, siamo ad un passo dalla Final Eight ed a Faenza andremo per vincere».

© RIPRODUZIONE RISERVATA