Livorno, un test di quelli veri Sfida contro la big Figline

Alle 18 amichevole in Valdarno contro la squadra forse più forte del girone C Buglio propone Bellazzini dietro le due punte, probabile debutto di Fontana

Fabrizio Pucci

livorno. Dopo il successo di mercoledì con il Prato 2000 che di fatto ha chiuso il ritiro di Rosignano Solvay, l’U.S. Livorno 1915 è pronta a misurarsi di nuovo con una squadra di pari categoria. Gli amaranto – a cui ieri è stata concessa una giornata di riposo - salgono in Valdarno dove questo pomeriggio alle 18 affrontano il Figline, vera a propria istituzione del campionato di Eccellenza nel quale milita dalla stagione 2010/11. Per 11 stagioni i gialloblù sono stati inseriti nel girone B, mentre da quest’anno sono nel C per cui non affronteranno il Livorno. Ma le due squadre potrebbero ritrovarsi agli spareggi.


Il test è comunque probante perché la squadra di Marco Becattini dopo il quinto posto dell’ultimo campionato puntano al salto di categoria. Francesco Buglio, che sta lavorando con profitto con il gruppo da appena 12 giorni, si attende buone indicazioni sul piano tattico – si va verso la conferma del modulo con il fantasista Bellazzini dietro le punte Frati e Ferretti – che su quello atletico. Dopo due uscite sotto le stelle, il Livorno giocherà per la prima volta di giorno e dovrà fare i conti con una temperatura elevata, avversario infido dopo così pochi giorni di preparazione.

Assente sicuro è il centrocampista Marinai alle prese con un fastidio al ginocchio. Per il resto non si annunciano altre defezioni. Potrebbe giocare uno spezzone di partita anche ilscinma nuovo acquisto Fontana, mentre qualche dubbio c’è sull’utilizzo di Pecchia che in questi giorni ha lavorato a parte. Tra gli osservati speciali c'è l'esterno Franzoni che nelle prime due partite ha destato un'ottima impressione al punto da indurre la società a tesserarlo. Al momento il gruppo è composto da 21 giocatori e con qualche ritocco sarà al completo sul piano numerico e tecnico.

Oggi sarà una giornata particola per l'ex di turno: l’amaranto Tommaso Ghinassi che ha giocato nel Figline in Prima Divisione di Lega Pro (l’attuale serie C) agli albori della sua carriera, nella stagione 2010/11. Il centrale difensivo di Fiesole collezionò 20 presenze e fu compagno di squadra di Enrico Chiesa. Quelli erano gli anni della ‘grandeur’ del Figline prima dell’esclusione dai professionisti e la ripartenza dall’Eccellenza. Come detto il fischio d’inizio è previsto alle 18. In terra di Valdarno la squadra amaranto non sarà sola perché a seguirla ci sarà un centinaio di tifosi.

Lunedì il gruppo si ritroverà a Vicarello dove si allenerà per tutto l’anno sulle orme degli squadroni di Jaconi, Donadoni e Mazzarri capaci di salire in B nel 2002, di consolidarsi tra i cadetti l’anno dopo e di andare in A nel 2004: una struttura talismano celebrata dalla società con un post di ringraziamento al ColleVica .

© RIPRODUZIONE RISERVATA