Forti firma un triennale e lancia la sua Libertas: «I derby vanno vinti»

Alla vigilia del match, il presidente Consigli annuncia il rinnovo. E per coach Fantozzi arriva la prima stracittadina sulla panchina 

LIVORNO. Vigilia con rinnovo: la conferenza stampa pre derby di Supercoppa - organizzata dalla Libertas Livorno 1947 al Modigliani Forum - si è conclusa con la firma sul contratto da parte del capitano Francesco Forti. Per lui accordo prolungato di altri anni, perché «vogliamo sia lui, e solo lui, il nostro più grande trascinatore», ha detto il presidente Roberto Consigli.

Il patron libertassino si è poi concentrato, ovviamente, sulla partita in programma domani sera (palla a due ore 20.30): «Sarà un gran bell’evento per la pallacanestro livornese, ma soprattutto per la città; un derby a carattere nazionale mancava da 32 anni e personalmente non vedo l’ora di rivivere quelle emozioni. Mi piacerebbe vedere sulle tribune tante famiglie, bambini - naturalmente in sicurezza e nel rispetto delle norme anti Covid - e tanti tifosi con la passione di un tempo. Mi auguro di assistere a una festa dello sport e a una sfida avvincente. Il rinnovo di Forti? Se lo merita, è il nostro capitano. Ci tengo, inoltre, a commemorare le vittime dell’alluvione di 4 anni fa, in rappresentanza della Libertas 1947, tutta, e dei suoi tifos».


Alessandro Fantozzi vivrà il suo primo derby da allenatore, dopo averne giocati in quantità industriale con la maglia numero 10 sulle spalle: «Ma l’emozione non cambia, e conosciamo tutti l’importanza di questa partita - ha sottolineato - va detto, comunque, che cade in un momento un po’ particolare della preparazione, di verifica, dove entrambe le squadre sono sotto carico in vista dell’inizio del campionato previsto per il 3 ottobre».

Un attimo di silenzio, e Fantozzi riparte: «Entrando nel palazzetto, la prima cosa alla quale ho pensato è stata: che peccato non averci potuto giocare! L’ho fatto in giro per l’Italia, in grandi palazzi dello sport, ma non a Livorno purtroppo. E un po’ mi dispiace. Per quel che riguarda il derby, si tratterà di un test importante al cospetto di una squadra molto equilibrata e completa in ogni reparto. Stiamo lavorando su noi stessi e in questo periodo non potrebbe essere altrimenti».

Emozionato capitan Forti, che aspettava “la partita” dal giorno in cui è tornato a Livorno: «Ho diversi amici che giocano nella Pielle, e in un certo senso l’anno scorso tifavo perché salissero. Poi noi siamo andati ad un soffio dalla A2, ma ora eccoci qua. Più passano e le ore e più l’adrenalina sale, daremo l’anima per regalare una gioia ai nostri tifosi. Del resto i derby non si giocano, si vincono. Non vedo l’ora di giocare e vivere le emozioni vissute dal coach e da mio padre anni fa».

Durante la conferenza, il presidente Consigli ha pure commentato con toni entusiastici l’accordo di sponsorizzazione trovato con l’azienda Intempo, del gruppo Randstad: “Crediamo molto in questa sinergia - ha precisato -, perche condividiamo le stesse innovative e coinvolgenti caratteristiche di gestione delle persone e dei progetti che sono il trademark anche della Libertas 1947”.

A fargli eco, Fabio Costantini: «Siamo felici di questa nuova partnership, che ci permettera di rafforzare la nostra presenza sul territorio e di perseguire la nostra missione: aiutare le persone a trovare l'occupazione giusta, fornire alle aziende i migliori talenti e sostenere i giovani».

© RIPRODUZIONE RISERVATA