Marchini trascina i compagni Cecina si gode Pistillo e Milojevic

LIVORNO. Obiettivi stagionali opposti, comuni, buonissime indicazioni per Libertas 1947 e Cecina dall’amichevole andata in scena nella palestra’Posar’di Via Pera.

I coach Fantozzi e Russo hanno di che essere soddisfatti. Le loro squadre stanno assumendo connotati definiti anche – ovviamente – non definitivi visto che siamo ancora in estate. Considerazioni generali del provino di fine estate: la LL riesce ad abbinare fisicità (Ammannato, Morgillo, Toniato), la velocità (Forti, l’ex Bechi) e la vena realizzativa di Marchini, mentre in casa rossoblù è pressoché impossibile prescindere dal talento di Pistillo. Lo scrimmage ha avuto una doppia trama. Primi due quarti con l’inerzia in mano alla Libertas, secondi 20’di marca ospite con Cecina che ha visto sfuggire il successo parziale nel quarto quarto per una tripla sulla sirena di Ammannato che ha impattato sul 22.


Risposte positive dalla due difese, testimoniate dal punteggio basso. Per 20’ la Libertas ha blindato il pitturato costringendo Cecina sparare a salve dalla distanza. Nell’altra metà campo la pressione asfissiante sui playmaker di casa ha consentito agli ospiti di sporcare i giochi di Fantozzi. Ne è uscito un match dalle percentuali di tiro basse, ma pure da movimenti e letture difensive interessanti e forieri di soddisfazioni per il campionato che inizia fa meno di un mese.

A fine gara i due allenatori erano soddisfatti: «Nei primi due quarti siamo andati bene – ha dichiarato Fantozzi – mentre nei secondi, che ci hanno visto schierare spesso quintetti atipici sabbiamo rallentato, ma va bene così. È impensabile essere al top della condizione a inizio settembre. Il derby? Peserà molto la condizione fisica delle due squadre».

Sorridente Roberto Russo: «Per noi la Libertas è inarrivabile perché ha un roster profondo e lungo. Eppure ce la siamo giocata e avremmo potuto vincere anche l’ultimo tempino dopo esserci aggiudicati il terzo. Adesso dobbiamo ricreare in allenamento ciò che abbiamo sperimentato in questa partita a cominciare dalla loro fisicità nella posizione di pivot basso e a rimbalzo. Nel complesso sono contento della risposta dei miei ragazzi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA