L’amaranto sventolerà a Tokyo: ecco nomi e sogni dei livornesi alle Olimpiadi 

Gabriele Detti, Aldo Montano, Giulia Aringhieri, Sara Franceschi, Stefano Franceschi, Francesco Marrai, Sara Madera, Stefano Morini, Irene Vecchi, Tommaso Chelli, Nicola Zannotti

Con Madera (basket) e Chelli (pistola) i nostri sportivi ai Giochi salgono a undici ma il gruppo si amplierà ancora. Marrai e Zanotti con Brasile e India

LIVORNO. Mancano 45 giorni alla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi di Tokyo 2020+1 e la “formazione” livornese è pressoché completata: 11 campioni, tra atleti e allenatori, che potrebbero facilmente arrivare a 13. 
Gli ultimi nomi inseriti nei roster azzurri sono stati quelli della cestista Sara Madera e del tiratore Tommaso Chelli.

BASKET

L’Italia torna con la pallacanestro ad un’Olimpiade grazie anche a Sara Madera, la livornesissima svezzata dal settore giovanile del Basket Femminile Livorno (dopo una parentesi iniziale all’Us Livorno) e successivamente passata alla Reyer Venezia, società regina del basket rosa: le azzurre del 3 contro 3 si sono infatti aggiudicate il torneo preolimpico di Debrecen, superando in finale l'Ungheria padrona di casa. Un risultato straordinario che riporta l’azzurro della palla a spicchi in un evento a Cinque Cerchi a 17 anni di distanza dall’edizione di Atene.

Un digiuno che si fa più lungo se pensiamo al solo settore femminile, che tornerà a respirare l’aria del villaggio dopo 25 anni dall’edizione di Atlanta 1996. Sara Madera, dopo aver contribuito alla salvezza di Broni e alla qualificazione all’Europeo femminile sotto la guida di coach Lino Lardo, si tufferà adesso nell’avventura che ogni sportivo sogna fin da bambino.

TIRO A SEGNO

A sorpresa, ma non troppo, il primo weekend di giugno ha incoronato pure Tommaso Chelli, il tiratore giunto quarto nella Pistola automatica 25 metri agli Europei di Tiro a Segno in corso a Osijek, in Croazia. Il 25enne, che ha chiuso con il totale di 18, ha guadagnato l’unico slot in palio nella massima nella rassegna contentale. In carriera vanta un decimo posto continentale ai campionati europei di Maribor del 2015.

SCHERMA

È la certezza dello sport labronico, assieme al nuoto. Sempre presente nel contesto olimpico. Dalle medaglie di Mario Aldo Montano, fino ai successi del figlio Aldo, passando per Andrea Baldini e Irene Vecchi. E saranno proprio Aldo Montano (alla sua quinta partecipazione) e la Vecchi a rappresentare la Livorno della scherma a Tokyo. Due atleti, che vanno ad aggiungersi al Maestro Nicola Zanotti pronto a vestire i colori dell’India in qualità di tecnico di Bhavani Devi, la prima schermitrice della storia del Paese a partecipare ad un’edizione dei Giochi Olimpici.

NUOTO

Dopo l’edizione record di Rio de Janeiro (2016), con 5 atleti (livornesi o tesserati per club livornesi) e due tecnici qualificati, il movimento acquatico di casa nostra spedirà a Tokyo (almeno) due atleti e altrettanti membri dello staff tecnico federale (Stefano Franceschi e Stefano Morini, quest’ultimo presente da Atlanta ’96): se infatti Sara Franceschi e Gabriele Detti sono già certi del pass - conquistato ad aprile agli Assoluti di Riccione - Matteo Ciampi e Francesca Fangio si giocheranno le residue chance al Trofeo Sette Colli in programma a fine giugno Roma, rispettivamente per un posto nella staffetta 4X200, di cui Stefano Franceschi è responsabile, e nei 200 rana. Discorso a parte va fatto per Alberto Razzetti, genovese, dal giugno 2020 di stanza a Livorno, che sotto la guida di Franceschi ha compiuto il definitivo salto di qualità e ottenuto la carta olimpica.

VELA

Francesco Marrai – fresco di elezione nel consiglio nazionale del Coni (commissione Atleti) – parteciperà a Tokyo 2020+1 nelle vesti di allenatore del Brasile. Perché il Brasile? Semplicemente perché due anni fa, una volta conclusa la carriera agonistica, è stato scelto dal campionissimo verde/oro Robert Scheidt per preparare l’appuntamento giapponese.

SITTING VOLLEY

Giulia Aringhieri, invece, sarà la nostra porta bandiera alle Paralimpiadi, in programma ad agosto. La campionissima livornese, pluri scudettata con la maglia del Dream Volley Pisa e argento europeo in carica, si è vista rimandare dal Covid il sogno di una vita e ora non vede l’ora di abbracciarlo.

VOLLEY

In questo caso la convocazione di Elena Pietrini e di Sarah Fahr (piombinese) non è ancora ufficiale, ma tutti gli indizi portano ad un loro inserimento nel roster che decollerà alla volta del Sol Levante. La lista del tecnico Davide Mazzanti dovrebbe arrivare nei prossimi giorni. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA