Cecina è sempre più super: passa a Empoli e vola in alto

Bartoli con 25 punti trascina la squadra alla sesta vittoria. Grande intensità difensiva, funzionano le trappole di Russo

EMPOLI. La Sintecnica Basket Cecina domina sul parquet della USE Empoli e conquista la sua sesta vittoria stagionale. Un’affermazione importante che ci consegna una squadra rossoblù matura, che unisce all’esuberanza della gioventù dei suoi giocatori un’ottima gestione della partita. Empoli, dopo una buona prima parte, rimane impantanata in percentuali al tiro negative, ma soprattutto subisce la reattività dei ragazzi terribili di Russo.

I padroni di casa partono meglio sul piano dell’intensità di gioco e delle palle recuperate. Una supremazia territoriale e una reattività che si concretizzano in un break da 7-2 nei primi 3 minuti, con Ingrosso e Crespi sugli scudi. La Sintecnica subisce l’atteggiamento dei padroni di casa e non riesce a sfondare in fase offensiva, soffrendo il pressing degli avversari, soprattutto in fase di impostazione. Sul 9-2 per la USE, dopo altri due punti di Crespi, Russo chiama il timeout e la partita cambia.


La Sintecnica mette dentro 7 punti nel giro di 2 minuti con Bartoli, Di Meco e Obinna. Empoli continua a giocare con intensità, ma le percentuali al tiro sono basse. Nella seconda metà del tempino i canestri aumentano, con le due squadre che iniziano un avvincente duello punto su punto che fa chiudere il primo quarto sul 20-22 per la Sintecnica, con una splendida azione di Bartoli negli ultimi 6 secondi del periodo.

Il ritmo rimane molto alto nei primi minuti del secondo periodo, con Cecina che si affida all’asse Pistillo-Obinna che combinano bene e consentono ai rossoblù di portarsi sul +4 al 12’: 22-26. In questa fase è decisamente la Sintecnica a giocare meglio in fase offensiva, ma Empoli non molla riportandosi presto sul -2 con Antonini.

Tra i più in palla dei ragazzi di Russo c’è capitan Pistillo che nelle fasi centrati del tempino fa un gran lavoro per i compagni ed è bravo a mettere ordine nelle sortite offensive dei suoi. I rossoblù, grazie a Bartoli e Obinna che continua a giocare molto bene, costruiscono un primo strappo importante nella seconda parte del tempino e ottengono il vantaggio massimo fino a quel momento di 7 punti. Un break al quale Empoli non reagisce, visto che i padroni di casa continuano a tirare da fuori senza successo.

All’intervallo lungo, la squadra di Russo porta a 9 i punti di vantaggio: 32-41. Quando le due formazioni tornano sul parquet, la musica non cambia. Cecina, spinta stavolta da un ottimo Bartoli, continua a dettare il ritmo. I rossoblù hanno un atteggiamento maturo: rinuncia al tiro quando non serve e non forza i tempi. Empoli invece continua ad avere problemi con le percentuali al tiro, soprattutto da fuori.

Cecina, con Bartoli che nel frattempo supera quota 20 punti, è in controllo e amministra bene i 10 punti di vantaggio fino alla mezz’ora. Quello che fa la differenza tra le due squadre è la reattività: la Sintecnica, come lo dimostrano i rimbalzi, è più veloce e attenta, mentre la USE continua ad avere un atteggiamento passivo.

Nell’ultimo parziale, la formazione di coach Russo deve controllare il capitale maturato e lo fa da grande squadra. Con una USE infatti che continua a litigare con i tiri dalla lunga, la Sintecnica incrementa il proprio vantaggio con il suo pistolero Bartoli e con tanta concretezza mette in cassaforte la vittoria, condannando la USE alla quarta sconfitta consecutiva. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA