Una pagina di storia: Pro Livorno Sorgenti debutta in serie D

Allo stadio Picchi (ore 15) sfida alla Sammaurese Stamani forse l’ok per il pubblico, Niccolai sceglie il tridente

LIVORNO

Un’altra categoria. Un’altra cornice. Sono passati 210 giorni dall’ultima gara ufficiale giocata dalla Pro Livorno Sorgenti, che oggi finalmente torna in campo per una partita vera, quella segna l’inizio dell’avventura in serie D.


Allo stadio Armando Picchi, i biancoverdi affrontano questo pomeriggio alle ore 15 la Sammaurese, squadra che arriva da San Mauro Pascoli (Forlì-Cesena) per la prima giornata nel girone D. Arbitra Manzo di Torre Annunziata. La tribuna del Picchi sarà probabilmente aperta al pubblico, con l’ok atteso in extremis dalle autorità.

Per risalire all’ultima uscita ufficiale dei biancoverdi bisogna compiere un salto indietro al 1° marzo 2020: al Magnozzi, la Pls stende il San Miniato Basso e spicca il volo verso il titolo in Eccellenza girone A. Poi arriva il Covid-19, si ferma tutto e comincia un’attesa snervante.

La promozione arriva lo stesso, ma a bocce ferme, poi ad agosto si torna ad allenarsi, mentre a rilento escono gironi e calendari della stagione 2020/21. Poi salta la Coppa Italia, rinviata alla prossima annata, quindi solo le amichevoli permettono di scaldare i motori in vista dell’esordio. Che oggi diventa realtà. E, data l’indisponibilità del Magnozzi (dove però non sono ancora cominciati i lavori di adeguamento a carico del Comune), la Pls scende in campo all’Armando Picchi.

«È un’emozione in più per noi giocare allo stadio – commenta il tecnico dei biancoverdi Matteo Niccolai -. Di fatto sarà come una trasferta, dato che non abbiamo mai potuto provare il campo, ma siamo contenti di esordire su un terreno che ci dà più tempo di giocata e modo di esprimere il nostro sistema di gioco. I ragazzi sono fermi da marzo per quanto riguarda gli impegni ufficiali, pertanto sono impazienti di tornare a misurarsi. Sul piano fisico e mentale, la squadra è pronta, non siamo al completo e questo è un peccato, ma abbiamo le nostre carte da giocarci».

«Sarebbe molto bello - aggiunge Niccolai - partire con il piede giusto e fare subito risultato pieno. Spero che l’emozione del debutto in serie D non sfoci in tensione, i ragazzi devono viverla come una bella esperienza».

Impressioni sull’avversario? «Sappiamo che sono stati ripescati in serie D, dove però militano da 7 anni e questo è segno di una realtà ben organizzata. Affrontiamo una squadra tosta, giovane come la nostra, ma solida in ogni reparto».

Sono 4 gli assenti nelle file biancoverdi: Carani e Turini squalificati, Solimano e Filippi infortunati. Per questo, convocato Ficarra dagli Juniores. Chiunque andrà in campo oggi darà il massimo, l’attesa è finita e comincia un’avventura tutta da vivere. —



La guida allo shopping del Gruppo Gedi