Vendita del Livorno, "giallo" Fernandez. Ma intanto rifiuta ancora di svelare davvero chi sia

Fonti vicine all'imprenditore spagnolo garantiscono gli 800mila euro sono in viaggio. Gli altri possibili acquirenti

LIVORNO. Dall’Argentina e dalla Spagna spirano venti che darebbero nuovo impulso alla trattativa per l’acquisto del Livorno. Pare che José Manuel Fernandez non voglia recedere dall’intenzione di rilevare il Livorno dalla famiglia Spinelli. Anzi. Addirittura – secondo fonti vicine all’imprenditore spagnolo – i famigerati 800mila euro dovrebbero comparire sul conto del garante dell’operazione – un notaio genovese – già domattina. Restano però tanti dubbi. Tantissimi

IL GIALLO


Intanto, il bonifico che sarebbe partito senza mai arrivare a destinazione. I soldi non sono transitati né mercoledì scorso, né mai. Il secondo punto oscuro è dato proprio dalla persona di Fernandez, vero e proprio mister ‘x’, entità astratta, senza voce e senza volto. Noi del Tirreno abbiamo provato a stabilire un contatto con lui, anche ieri, tramite dei suoi intermediari. Volevamo intervistarlo, perché al momento la sua credibilità (a suon di bonifici fantasma e di conseguenti rinvii del closing) è rasoterra. La risposta negativa, ancora una volta. Delle due l’una. O stiamo su ‘Scherzi a parte’ o Fernandez è strasicuro del fatto suo. Staremo a vedere.

LE ALTRE TRATTATIVE

Non si vive, comunque, del solo Fernandez. Ci sono altri soggetti interessati. Sabato sera allo stadio si era sparsa una voce incontrollata dell’acquisto del Livorno da parte di un gruppo romano. Non è così, ma questa ‘cordata’ di piccoli imprenditori della capitale di sicuro segue con attenzione lo sviluppo delle vicende societarie amaranto. Infine è ancora vivo l'interesse del 'gruppo Foti-Rosati', nel quale l'ex presidente della Reggina ha fatto da intermediario e nulla più. L'interessamento sarebbe tutto di Rosati, ex direttore sportivo del Trapani. La prossima settimana sarà decisiva.

Una certezza c'è: Aldo Spinelli ha davvero intenzione di vendere e dinanzi a questa platea di acquirenti (veri o presunti tali) si sta guardando attorno per cedere al soggetto che abbini il sicuro esborso di una cifra congrua a una solidità economica a lunga gittata. Oggi però è domenica: tutti gli attori di questa vicenda sono in vacanza e la giostra ricomincia a girare domani.
 

La guida allo shopping del Gruppo Gedi