Fangio in vasca è una Formula uno: nuovo record italiano nei 200 rana

La livornese ha stabilito il primato in vasca corta al Trofeo Nico Sapio a Genova. Matteo Ciampi vince nei 200 stile e conquista il pass agli Europei. Bene anche Franceschi  

GENOVA. La livornese Francesca Fangio – cresciuta nel Nuoto Livorno, ma oggi tesserata per la InSport Rane Rosse e di stanza a Treviglio – cancella Giulia De Ascentis (13 dicembre 2013, Europei di Herning) e firma il nuovo record italiano nei 200 Rana in vasca da 25 metri: 2’20’’56 il crono, pazzesco, nuotato dalla figlia dei Quattro Mori sulle 8 vasche nella giornata d’apertura del 46° Trofeo “Nico Sapio” di Genova che le vale pure la qualificazione per gli Europei di Glasgow in programma dal 4 all’8 dicembre: «Sono al settimo cielo, quasi incredula – ha sottolinea l’allieva di Renzo Bonora – per me è un risultato davvero importante, che rincorrevo da molto tempo e dopo un periodo non facilissimo della mia carriera. Ma quest’anno ho iniziato a lavorare nel migliore dei modi fin da subito. Il mio allenatore mi dice sempre di stare rilassata, lunga il primo 50 metri senza forzare, ma proprio non ce la faccio. E per fortuna, dopo qualche tentativo, stavolta è andata bene».

In Scozia, oltre a Gabriele Detti già qualificato in virtù del bronzo conquistati ai Mondiali estivi di Gwangju nei 400 Stile Libero, ci sarà anche Matteo Ciampi, padrone a Genova dei 200 Stile Libero in 1’43’’72 al termine di una gara dominata dalla prima all’ultima bracciata: «È sempre importante migliorarsi in questo periodo, di anno in anno – ha confessato il nono performer italiano ogni epoca – ci tenevo a qualificarmi per i campionati Europei di Glasgow e a poter gareggiare individualmente. Domani cercherò di ripetermi nei 400 Stile Libero, altra distanza che, soprattutto in vasca, sento mia».


Per il livornese si tratta del nuovo record personale (precedente 1’44’’20) e del nuovo primato della manifestazione che già gli apparteneva, stampato davanti al 26enne bolzanino Stefano Ballo (1’44’’18) e Mattia Zuin (1’45’’32). Splendida medaglia d’argento anche per Sara Franceschi che, dopo un ottimo avvio di gara (frazioni Delfino e Dorso), ha chiuso i 400 Misti alle spalle della torinese Luisa Trombetti pagando i secondi 100 metri, a Rana e Stile Libero: 4’38’’71 la sentenza del cronometro, un po’ lontana dal suo record personale che risale al dicembre 2017 in 4’35’’59. Oggi, per lei, la prova dei 200 Misti.

A completare il quadro, l’8° posto nei 200 Dorso di Federico Turrini (1’59’’66), che oggi darà l’assalto alla qualificazione continentale nei suoi 400 Misti. Sul programma odierno da sottolineare di rosso anche i 400 Stile Libero al maschile, con Ciampi che, sull’entusiasmo, proverà ad abbattere il muro dei 3’40 e a strappare il secondo pass dopo quello di ieri nei 200. —