Picchi e Pls, niente scherzi Antignano cerca l’impresa

In Promozione due match abbordabili, Sena fa debuttare il bomber Cutroneo In Seconda turno complicato per Portuale, Ardenza, Livorno 9 e Orlando

LIVORNO. Quattro squadre giocano in casa e rendono viva la domenica del pallone in città; altre tre vanno in trasferta a cercare di conquistare punti e gloria. Tutte in campo alle 14.30 per la penultima giornata dell'anno.

PRO LIVORNO SORGENTI. Questa è una gara da vincere, per tanti buoni motivi. Il primo è il divario tecnico e in classifica che impone ai biancoverdi di fare la voce grossa e mettere alle corde il Manciano, che domenica arriva al Magnozzi delle Sorgenti, per la tredicesima giornata in Promozione girone C. Poi c'è il fattore campo, da sfruttare per tornare a vincere dopo un digiuno che dura da tre turni, nei quali la Pls ha raccolto un solo punto. C'è inoltre da riscattare il passo falso di domenica scorsa a Forcoli, che è costato l'uscita dalla zona playoff.

La squadra di mister Niccolai, che proprio a Forcoli ha fatto debuttare il nuovo acquisto Micheal Pellegrini, arriva al suo ultimo impegno casalingo nel 2016 da sesta della classe e affronta un avversario relegato al terzultimo posto. Senza sottovalutarlo, i biancoverdi sono chiamati a una dimostrazione di forza e concretezza.

ARMANDO PICCHI. Dopo la trasferta andata a vuoto contro il San Donato, il Picchi torna tra le mura di casa e riceve il Donoratico, nel quadro della tredicesima giornata in Promozione girone C, che riserva l'ultimo impegno interno dell'anno per i biancoamaranto. L'avversario è alla portata e offre al Picchi la chance di cogliere 3 punti preziosi per rilanciarsi nei quartieri alti. Il Donoratico è invischiato nella lotta per la salvezza e quindi arriva a Banditella per badare al sodo, non allo spettacolo. Mister Sena deve mettere in guarda i suoi da cali di concentrazione e magari spera nel primo gol in biancoamaranto del neo-arrivato Cutroneo, attaccante di provenienza Real Forte Querceta.

ANTIGNANO. Ancora una visita alla capolista del girone E di Seconda Categoria. Non più il Laiatico, che l'Antignano ha sconfitto sul suo terreno lo scorso 27 novembre, ma il Fabbrica, nuova leader del torneo con 26 punti, che sono 8 in più rispetto alla squadra di mister Gambuzza, attualmente settima in classifica.

Riusciranno i bianconeri a centrare un'altra impresa fuori porta? Niente è precluso, visti i precedenti, quindi si va a Fabbrica di Peccioli per puntare al massimo della posta, anche per tentare di rimediare al mezzo passo falso compiuto domenica scorsa in casa contro l'Ardenza.

PORTUALE GUASTICCE. Sono i rossoblù a dirigersi, nel tredicesimo turno in Seconda E, a Laiatico, per una trasferta molto impegnativa. Sulla carta, il Portuale parte sfavorito e con l'umore un po' annebbiato dal ko interno della giornata precedente contro il Vada. Questa volta serve ben altro piglio per tenere testa a una squadra che non farà sconti.

ARDENZA PETRARCA. Al Gimona arriva la Bellani, ossia una delle sorprese del campionato. I rossoverdi la ricevono con tutta l'umiltà del caso, ma consapevoli di avere le carte in regola per metterla alle corde e regalarsi un sorriso nell'ultima gara casalinga del 2016. Sarebbero tre punti davvero pesanti.

LIVORNO 9. Anche la squadra di mister Sottile gioca in casa nella tredicesima d'andata. L'avversario è il più quotato Tirrenia, che chiama i rossoblù a una prestazione importante per tornare a muovere la classifica, dopo la figuraccia rimediata domenica scorsa contro il Fabbrica.

ORLANDO. Sulla carta è uno scontro diretto in chiave salvezza, che gli azzurri giocano in trasferta e con un ritardo consistente di punti rispetto al Latignano, che attende sul proprio campo il fanalino di coda del girone. Test duro, come tutti gli altri, ma non proibitivo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA